Lunedì 08 Novembre 2010

Cristiano super: 6 gol in 4 partite
L'Atalanta è Doni-dipendente?

Doni che entra a Trieste al 15' st e segna il gol della vittoria al 36' st trascinando un'Atalanta in flessione dopo lo straordinario sforzo di avvio ripresa, Doni che gioca titolare nel precedente match casalingo contro il Padova e sigla una doppietta nel 4-1, Doni che ancora prima realizza un gol a Piacenza ed esce sul 2-2 (finirà con un clamoroso 3-2 per il team emiliano) e, sempre andando a ritroso, Doni che firma le due reti nel 2-1 contro l'Ascoli. Ricordiamo, infine, che a Novara i nerazzurri sono naufragati senza il loro esperto fantasista in campo.

Doni con 6 gol segnati nelle ultime 4 giornate (nessuno in precedenza) si sta rivelando l'assoluto trascinatore di un'Atalanta in fase di rilancio ed è il capocannoniere della squadra. È vero che l'organico del club bergamasco è probabilmente il più competitivo della serie B, ma è innegabile che con Doni i nerazzurri sono un complesso quasi senza rivali, orfani del loro numero 27 diventano quasi una squadra normale.

Un'Atalanta che ha cambiato modulo con disinvoltura, dal 4-4-2 al 4-3-1-2, proprio perché mister Colantuono ha potuto avvalersi di un Doni in salute, nonostante i 37 anni. Ecco perché si deve sperare che Cristiano eviti il minimo raffreddore e che i suoi tendini non lo penalizzino eccessivamente.
Ma per voi l'Atalanta è davvero Doni-dipendente?

m.sanfilippo

© riproduzione riservata