Giovedì 20 Gennaio 2011

Marilungo: «Sarebbe bello
segnare già contro il Varese»

Prosegue senza alcun intoppo l'inserimento nel gruppo atalantino di Guido Marilungo, primo acquisto del 2011. Il giovane attaccante è soddisfatto di come stanno andando le cose e si è detto sorpreso dell'affetto dei suoi nuovi tifosi.

«Mi sto trovando bene e ho trovato a casa a Bergamo: anche con il gruppo sta andando tutto a meraviglia - afferma Marilungo -. La cosa più bella di questi giorni è stato l'affetto della gente, che mi ha incitato anche agli allenamenti: pur senza vedermi giocare sono stati contenti del mio arrivo. Sarebbe bello segnare la prima volta in casa davanti ai miei tifosi. In campo Doni e Tiribocchi mi stanno dando una mano, mentre fuori dal campo ho vicino Bonaventura, che già conoscevo».

A soli tre giorni dal suo arrivo mister Colantuono lo ha sorprendentemente messo in campo dal primo minuto contro il Vicenza. «Il mister mi ha schierato subito dal primo minuto. La partita era difficile, contro una squadra che ha corso molto. Siamo stati sfortunati ad essere ripresi subito: se non avessimo subìto il gol di Schiavi così presto credo che avremmo vinto. Non era facile perché conoscevo poco i compagni. So che posso fare meglio e devo lavorare per questo».

Per Marilungo sarà un periodo di adattamento alla nuova squadra, ai nuovi compagni, in particolare con il suo compagni di reparto Tiribocchi. «Ho fatto solo due allenamenti con lui e neanche dopo una settimana ti trovi a memoria. Sono appena arrivato e ci vuole tempo per affinare l'intesa. Tiribocchi è un gran giocatore, che sa come muoversi e come giocare. Adesso allenandoci insieme riuscirò a capire come servirlo nella maniera migliore. Siamo forti, vogliosi di lavorare con entusiasmo: dobbiamo andare avanti così fino alla fine».

Interessante il filo comune tra i due nuovi acquisti atalantini. Delvecchio e Marilungo sono infatti due ex giocatori sampdoriani, che hanno già avuto modo di conoscersi e di allenarsi insieme all'ombra della Lanterna: il primo in prima squadra, il secondo come giovane aggregato dalla Primavera.

«Come tutti gli anni c'è qualche sorpresa, ma per il resto ho trovato una serie B simile a quella di due anni fa. Quest'anno le sorprese sono il Novara e il Varese, che affronteremo sabato. Gennaro è un grande giocatore con il quale mi sono allenato con la Sampdoria: gli piaceva trascorrere del tempo insieme a noi ragazzi della Primavera. Ha grande esperienza e credo che ci aiuterà molto».

L'ultimo pensiero del giovane attaccante atalantino è per il Varese, prossimo avversario della squadra bergamasca. «Il mister sta preparando bene la partita. Il Varese è una squadra solida che corre molto, composta da elementi che giocano insieme già da due anni. Per questi aspetti assomiglia al Novara: cercheremo di fare la nostra partita puntando alla vittoria. È un match importante, come tutti in questo periodo di campionato».

Simone Masper

m.sanfilippo

© riproduzione riservata