Domenica 23 Gennaio 2011

Basket, una super Comark
annichilisce Omegna: +34

COMARK-OMEGNA 90-56
COMARK: Vitale 10, Reati 7, Marulli 9, Milani 14, Planezio 7, Zanella 13, Borra 10, De Min 17, Marino 3, Gotti. All. Lottici.
OMEGNA: Bloise 7, Cortesi 7, Saccaggi 6, Marcante 2, Ferraro 6, Carra 19, Rossi 6, Zaccariello 3, Kruschev, Ammannato. All. Zanchi.

Comark, ineditamente, da mille e una notte! Reati e compagni impartiscono una severa lezione alla blasonata Omegna dopo essere stati umiliati, in casa, tre domeniche fa dalla pericolante Recanati e otto giorni or sono bastonati in trasferta dal Perugia.

Benvenuta, dunque, l'auspicabile metamorfosi in positivo, altrimenti processi e quant'altro sarebbero stati sicuramente alimentati. Comark che ha concesso, si fa per dire, agli avversari solo la frazione iniziale ultimata, comunque, pur sempre in vantaggio (19-15).

Già nella seconda, infatti, si è dato il là a una progressiva supremazia tanto da spedire Omegna, al riposo, sotto di undici lunghezze (40-29). Ma è stato dal rientro, consumato l'intervallo, che il team di Simone Lottici ha recitato come meglio non avrebbe potuto la parte del protagonista incontrastato.

Un esempio? A pochi secondi dalla fine il punteggio segnava 70-40! Non si pensi, però, a un calo nell'ultimo tempo: sempre le cifre parlano di 85-53 dopo sette minuti. Quali i motivi di un cambiamento così roboante? La gran voglia dell'intero collettivo di riscattare le precedenti indefinibili prestazioni.

In altre parole il quintetto trevigliese ha ripristinato quell'uno per tutti e tutti per uno evidenziato sul parquet di gioco nelle giornate migliori. Poi, venendo alle prove singole, quando De Min totalizza 17 punti, seguito da un Milani (14) sempre più che mai efficace e da un Vitale in graduale recupero, si hanno garanzie garanzie ineccepibili.

Guai, in questo contesto, non porre sul podio i lunghi Zanella e Borra. E di fronte alle statistiche dei due, entrambi in doppia cifra a canestro in aggiunta agli undici rimbalzi conquistati, non si può che centrare anche i risultati più impensati. Qualcuno sosterrà che l'Omegna chissà dove fosse con la testa sminuendo, pertanto, la super esibizione della formazione del presidente Piervincenzo Mazza. Lasciamoli dire…

Arturo Zambaldo

m.sanfilippo

© riproduzione riservata