Giovedì 27 Gennaio 2011

Carmona: «Sarà decisivo
il prossimo mese e mezzo»

Barreto non sembra intenzionato a muoversi da Bergamo, parola di Carlos Carmona. In attesa degli sviluppi di mercato, il giocatore cileno, inseparabile compagno del centrocampista paraguaiano corteggiato dal Napoli, dichiara che Barreto sta pensando solo a raggiungere la massima serie con la maglia nerazzurra.

«Barreto è molto contento e vuole rimanere qua. Sta pensando all'Atalanta, anche se ci sono queste voci di mercato. Sto a quello che mi ha detto lui, che vuole rimanere e stare ancora a lungo a Bergamo».

Circa le prestazioni fornite in questo girone d'andata, Carmona non appare del tutto soddisfatto di quanto fatto, ma confida nel buon momento della squadra, pronta a disputare le partite decisive della stagione. «Il prossimo mese e mezzo sarà decisivo, perché dobbiamo vincere gli scontri diretti. Siamo in tanti, ma dobbiamo essere bravi a farci trovare pronti e la voglia di lavorare non ci manca. Fino a questo momento secondo me merito un 5,5: posso fare meglio, ma quest' anno conta solo raggiungere l'obiettivo, per il bel calcio c'è tempo».

In Serie B regna un grande equilibrio in testa alla classifica: l'Atalanta appare la squadra più in salute del momento, ma conterà tornare a vincere per staccare il resto del plotone. «È un campionato bello, interessante, sempre equilibrato e questo alla gente sicuramente piace. Noi sappiamo di avere una grande squadra e che dobbiamo sempre cercare di vincere. Stiamo lavorando al meglio proprio per conquistare il bottino pieno nel prossimo match. A Frosinone ci aspetta un pubblico caldo. Per quello che abbiamo dimostrato sabato siamo quelli messi meglio, perché abbiamo affrontato nella maniera giusta il Varese. Il loro punto di forza era il pressing e ci hanno messo in difficoltà con le loro armi. Noi però siamo stati bravi a ribattere e credo che con un po' più di fortuna avremmo vinto».

Contro il Varese però la squadra nerazzurra ha offerto una prestazione convincente, come conferma Carmona, con l'unico rammarico di non aver sbloccato il risultato. «Abbiamo fatto un'ottima partita, mostrandoci all'altezza sia nel primo che nel secondo tempo - conclude il regista cileno -. Abbiamo approcciato al meglio l'incontro e avremmo meritato di vincere: peccato, non siamo stati fortunati. Purtroppo dobbiamo adattarci a quel campo, anche se non è il massimo per le nostre qualità: sarebbe importante avere un terreno di gioco migliore, ma dobbiamo abituarci».

Simone Masper

r.clemente

© riproduzione riservata