Venerdì 08 Aprile 2011

Tutto pronto per il «Parravicini»
Il 17 aprile al via la gara

Al Palamenti di via Presolana è avvenuto giovedì sera 7 aprile il tradizionale incontro promosso dallo Sci Cai della Sezione di Bergamo del Club alpino Italiano per la presentazione del Trofeo Parravicini in programma domenica 17 aprile, una delle più antiche e note manifestazioni agonistiche di scialpinismo, conosciuta e frequentata negli anni fino a livello internazionale.

La prima edizione risale al 1936, una datazione che dà a questa gara quasi il sapore del mito condiviso con il Mezzalana che si disputa sulle Alpi. Fu voluta dai soci del Sucai di Milano per ricordare Agostino Parravicini, giovanissimo studente universitario bergamasco vittima nel 1935 di un tragico incidente alpinistico occorsogli mentre era impegnato nel tentativo di scalata al Torrione di Zocca in Valmasino. L'anno successivo alla disgrazia venne istituita la gara di scialpinismo collocata nella Conca del Rifugio Calvi in comune di Carona in Alta Valle Brembana.

Ha fatto gli onori di casa agli ospiti il presidente dello Sci Cai Bergamo Gianni Mascadri che ha pure illustrato le caratteristiche del percorso di gara. Hanno portato il saluto degli enti rappresentati Paolo Valoti, presidente del Cai Bergamo, l'assesssore provinciale Alessandro Cottini, l'assessore comunale di Bergamo Danilo Minuti; Vito Milesi in rappresentanza della Fisi e del Coni provinciali, Alberto Mazzoleni presidente della Comunità montana di Valle Brembana, il sindaco di Carona Gianalberto Bianchi, commentando la valenza turistica oltre che sportiva ed ancora storia e culturale della manifestazione. A chiudere la presentazione del Parravicini l'illustrazione tecnica della manifestazione ed un filmato con immagini delle precedenti edizioni del Parravicini.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata