Mercoledì 13 Luglio 2011

Atalanta vicina al doppio colpo:
i difensori Masiello e Lucchini

L'Atalanta vuole sistemare la difesa prima del ritiro. Dopo la firma di Michele Ferri (annuale) quest'oggi è una giornata che può rivelarsi decisiva per l'arrivo in nerazzurro dei difensori Andrea Masiello e Stefano Lucchini.

Nella serata di martedì è stato trovato l'accordo con la Sampdoria per la cessione di quest'ultimo, che stamane sarà a Zingonia dopo essere stato depennato in extremis dalla lista dei convocati del raduno doriano. L'accordo con il giocatore? È l'interrogativo che serpeggia anche sulla situazione di Andrea Masiello, per cui c'è l'ok del Bari (2,5 milioni più Defendi per la comproprietà) e nel pomeriggio si proverà a trovare quello con il procuratore di riferimento (Davide Torchia).

Fra chi si augura che la trattativa vada a buon fine (il Parma resta vigile) anche Lino Mutti, allenatore di Masiello nella stagione appena conclusa: «Per l'Atalanta sarebbe un ottimo innesto sotto tutti i punti di vista - ha assicurato il mister di Trescore Balneario -. Rimanendo all'aspetto prettamente tecnico in campo può giocare sia a destra che centrale, fa del tempismo il proprio punto di forza e ha buon piede per far ripartire l'azione».

Fatta eccezione per le smentite (vedi Zauri) per il resto in entrata non trapela nulla. Non così in uscita dove è in arrivo l'ufficialità per il trasferimento a titolo definitivo di Ruopolo al Padova (ha firmato un biennale) e di Basha al Torino (prestito con diritto di riscatto della metà). In programma anche un incontro con la Juve Stabia per definire le posizioni di Colombi, Tiboni e Scozzarella.

Di seguito i 27 convocati per il raduno di giovedì, dove mancano i nomi di Barreto e Carmona impegnati in Coppa America. Portieri: Frezzolini, Colombi, Consigli e Facheris. Difensori: Bellini, Capelli, Ferri, Manfredini, Peluso, Raimondi e Suagher. Centrocampisti: Bonaventura, Caserta, Ferreira Pinto, Kone, Minotti, Padoin, Pettinari, Radovanovic, Praprotnik e Schelotto. Attaccanti: Ardemagni, Bjelanovic, Doni, Gabbiadini, Marilungo e Tiribocchi.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata