Lunedì 24 Ottobre 2011

Agostini e un'amico di Rossi:
Valentino non pensa di smettere

«Vale non sta pensando assolutamente di smettere». È il messaggio lasciato su Twitter da Alessio «Uccio» Salucci, amico e assistente di Valentino Rossi che segue il nove volte campione del mondo in tutte le gare del Motomondiale.

Non sarebbero vere, quindi, le indiscrezioni circolate ieri dopo l'incidente mortale di Marco Simoncelli in cui è rimasto coinvolto anche Rossi.

«Mi dispiace - scrive Salucci - che girino queste notizie false in momenti così».

«Sta soffrendo come stiamo soffrendo tutti e come sta soffrendo la famiglia di Marco: lui sa che purtroppo queste cose nel nostro mestiere possono succedere, oggi meno rispetto al passato, però ogni tanto capita. Valentino sa che questo mestiere è pericoloso, ma credo che il suo amore per le due ruote lo farà continuare». Il mitico Giacomo Agostini, pluricampione del mondo di motociclismo, intervenuto a Radio Sportiva per omaggiare la figura dello sfortunato Marco Simoncelli, si è detto convinto che Valentino Rossi continuerà a correre dopo quanto accaduto ieri a Sepang.

«È difficile trovare un motivo: io non sono tanto daccordo con l´elettronica e preferisco che sia il pilota a decidere. Anche le gomme sono molto difficili: i piloti chiedono resistenza dal primo all´ultimo giro, ma magari quando meno te lo aspetti le gomme ti buttano in terra. Se si introducesse una monogomma più tenera forse soffrirebbe un po' nel finale, ma sarebbe una situazione uguale per tutti. Questa morte è stata una fatalità: il circuito è uno dei più sicuri, le tute e i caschi aiutano molto, però in un incidente come questo, in cui ti arrivano dietro due moto da 150 kg, purtroppo non serve nessuna protezione».

a.ceresoli

© riproduzione riservata