Lunedì 02 Aprile 2012

L'Atalanta torna ad allenarsi
Lucchini: passiamo i 40 punti

Dopo l'ennesima notizia difficile da digerire fuori dal campo con l'arresto di Masiello, l'Atalanta ha già ripreso ad allenarsi dopo la sconfitta contro il Cagliari. Il difensore Stefano Lucchini ha fatto il punto della situazione: per la salvezza è cambiato poco, visto che il Lecce non è andato oltre il pari contro il Cesena. «Il risultato del Lecce per noi è positivo. Il nostro obiettivo era quello di tornare con dei punti da Cagliari. Abbiamo fatto la prima mezz'ora non sui livelli delle ultime partite. Poi abbiamo cercato di recuperare, ma da una grande azione nostra è arrivato il contropiede del 2-0. Ci abbiamo provato, e nel secondo tempo si è vista la solita Atalanta». Peccato però per quella partenza difficile, con un gol, un palo e una parata di Consigli nei primi minuti. Lucchini ha poi analizzato le cause della sconfitta, riflettendo in particolare sul caldo e sulla partenza agguerrita dei sardi. «Sapevamo che sarebbero partiti forte e il mister ci aveva avvertito. Loro sono stati bravi a mettere la partita sul ritmo che volevano. Non la vedo come la peggiore della stagione, sicuramente non abbiamo giocato come eravamo abituati nelle ultime settimane. Faceva caldissimo e anche questa cosa può aver influito sull'approccio alla partita. Qualcosa non è funzionato, e lavoreremo per cercare di correggere gli errori».

La salvezza è lì a poca distanza, ma il difensore atalantino non s'accontenta e sposta l'asticella oltre i 40 punti. «La quota si alza e si abbassa ogni settimana. Mancano ancora 8 giornate, tutto può succedere e preferirei superare i 40 punti. I nostri tifosi ci danno una marcia in più, perché quando giochi in casa ti trascinano e sulle ali dell'entusiasmo puoi andare oltre le tue possibilità. Siamo vicini ad un traguardo importante per il quale stiamo soffrendo da luglio: sono convinto che sabato saranno in tanti a darci una mano e ci trascineranno verso un risultato che qualcuno non s'aspettava».

L'Atalanta, proprio alla vigilia di Pasqua, avrà a disposizione il secondo match ball per raggiungere i 40 punti, che solitamente valgono la salvezza, contro il Siena, al Comunale sabato 7 aprile alle 15. Lucchini non carica l'attesa, mentre il tecnico Colantuono ha deciso di far svolgere a porte chiuse anche l'allenamento di mercoledì 4, oltre ai due che precedono il match . «Non dobbiamo mettere troppe tensione e pensarla come quella che deciderà il campionato. Facciamo più punti possibili e vinciamo: non è la partita della salvezza».

Simone Masper

fa.tinaglia

© riproduzione riservata