Giovedì 26 Aprile 2012

Atalanta, ancora un punticino
E il Lecce non ti prende più

A una serata bellissima, domenica è seguito un pomeriggio altrettanto felice: l'Atalanta è tornata a +9 sul Lecce, terzultimo. A questo punto, con quattro turni ancora da giocare, possiamo dire che la salvezza è nei fatti più di quel che sembri.

Il Lecce mercoledì prossimo sarà sul campo della Juve: se perdesse (probabile...) all'Atalanta basterà un punto con la Fiorentina, per essere aritmeticamente salva. I recuperi del 33° turno hanno riportato gli equilibri che sembravano persi, lo spavento causato dalla modifica del calendario (per la tragedia di Morosini) per l'Atalanta è rientrato ora che si è ristabilita la normalità.

E arrivano i primi verdetti. Da domenica il Cesena è aritmeticamente retrocesso in B, tra domenica e mercoledì lo seguirà anche il Novara. E questo turno ha detto anche che otto delle dieci squadre in lotta per la salvezza sono praticamente uscite dai guai. In corsa per evitare il terzultimo posto, quindi l'ultima retrocessione in B, in pratica restano Genoa e Lecce, divise da un punto con quattro turni da giocare

In sostanza: la sconfitta del Lecce con il Napoli ha certamente di nuovo abbassato la quota salvezza perché il Lecce adesso non può più sbagliare. Appena i salentini non vinceranno una partita, dalla Fiorentina in su scatteranno i sorrisi. Sarà salvezza per tutti.

E là dietro il duello continuerà, magari sino all'ultimo turno, tra il Genoa di De Canio e il Lecce di Cosmi (e magari domenica le posizioni tra le due squadre s'invertono...). Si tenga conto che se chiudono a pari punti si salva il Lecce per la miglior differenza reti: adesso è a -13, il Genoa a -19. Difficile che recuperi.

Leggi di più su L'Eco di venerdì 27 aprile

m.sanfilippo

© riproduzione riservata