Martedì 09 Ottobre 2012

Atalanta, sosta per rigenerarsi
Brivio: Col Siena partita decisiva

Ripartire dopo il terzo ko consecutivo, aiutati dalla pausa che permetterà di pensare al momento e di lasciarselo alle spalle, magari recuperando qualche infortunato. Alla ripresa degli allenamenti dell'Atalanta dopo la sconfitta di Roma è stato Davide Brivio a parlare alla stampa.

“La sosta ci serve e ci può rigenerare sia fisicamente che mentalmente e recuperare gli infortunati -ha affermato il difensore nerazzurro-. Adesso dobbiamo farci trovare pronti per la partita con il Siena. La fortuna al momento non è dalla nostra parte, come con il Torino, dove potevamo chiuderla sul 3-0 già al primo tempo. La stessa cosa è successa domenica e poi ci siamo trovati sotto. Dobbiamo restare uniti, mi sono trovato in un gruppo che mi fa sentire importante. Non ci sono problemi nello spogliatoio. Solo tutti insieme possiamo lasciarci alle spalle questo momento”.

Gli errori in zona gol pesano, gli infortuni della difesa anche, la mancanza dello spirito guerriero della scorsa stagione di più ancora. Il terzino cresciuto nel settore giovanile atalantino punta invece l'attenzione su un'altra componente del periodo no dei bergamaschi: la sfortuna negli episodi.

”Nel primo tempo abbiamo creato tanto senza buttarla dentro, a differenza loro che lo hanno fatto alla prima occasione. Siamo stati sfortunati con Maxi Moralez e l'errore di Denis ci può stare: il gol annullato nel finale poteva cambiare il match e far nascere una battaglia, anche se la prestazione non è stata ottima. Gli episodi hanno condizionato l'incontro. In difesa nonostante l'emergenza ci siamo comportati bene”. Famoso per le sue sgroppate all'attacco e per la sua sventola mancina, il Brivio visto dai tifosi nerazzurri è un tipo più guardingo, come conferma lo stesso difensore.

“L'anno scorso ero più propenso ad offendere che a difendere. So che devo migliorare in fase difensiva e quindi sto più guardingo dietro. Il mio obiettivo è quello di equilibrare le due fasi da qua alla fine del campionato. Il mister sa cosa posso dare in fase offensiva, anche se al momento sono più concentrato dietro: so che posso fare di più anche in avanti. Il momento è delicato e un po' di preoccupazione c'è: fare risultato con il Siena ci aiuterà a risollevare il morale, mentre la classifica non è così critica”. L'ultimo pensiero del giocatore atalantino è per il suo ex allenatore Serse Cosmi, avuto a Lecce nella passata stagione e squalificato per il match contro l'Atalanta in programma domenica 21 alle 15.

“E' un grande motivatore e per i giocatori potrà essere una mancanza, visto che è in grado di tenere sempre alta l'attenzione della squadra. Dobbiamo pensare a noi stessi e far nostra la partita, visto che abbiamo le possibilità di fare una grande gara”.

Simone Masper

e.roncalli

© riproduzione riservata