Martedì 16 Ottobre 2012

Atalanta, il 21 arriva il Siena
In campo torna Manfredini

È iniziata una settimana importante per l'Atalanta di Stefano Colantuono, quella che la avvicinerà ad una sfida delicata quanto decisiva per la lotta salvezza contro il Siena di Serse Cosmi, in programma domenica 21 ottobre al Comunale. Contro i toscani tornerà in campo il difensore Thomas Manfredini, dopo lo stop contro la Roma per infortunio. «Sono stato fermo solo due tre giorni e non ho perso tanto - ha affermato -. Mi sono allenato a parte e da giovedì sono con il gruppo: la condizione è buona. Saltare la Roma è stata una precauzione in vista delle prossime partite importanti, che altrimenti avrei rischiato di saltare. Veniamo da tre sconfitte, anche se nei primi tempi di Torino e Roma ho visto una bella Atalanta. Dobbiamo lavorare sugli errori e trovare la forza di reagire quando vai sotto, cosa che non è successa nelle ultime giornate».

Il leader della difesa atalantina è consapevole di cosa aspetta la formazione bergamasca nei prossimi 15 giorni, prima contro il Siena e poi contro il Pescara. «Questa è la settimana più importante della stagione. Dobbiamo avere la voglia di vincere, senza tensione, altrimenti fai fatica. Ci vuole la cattiveria giusta, perché sappiamo che con il Siena sono punti fondamentali per entrambe. Il momento è delicato nei risultati, perché la classifica dice che non possiamo più sbagliare. Siamo terzultimi e dobbiamo vincere, ma lo stesso pensiero lo avrà anche il Siena, soprattutto con un allenatore come Cosmi».

La società atalantina ha chiamato a raccolta il pubblico per il test contro i toscani e un appello arriva anche dallo stesso Manfredini, il quale chiede ai tifosi pazienza nel caso non si riuscisse a sbloccare il match. «Possiamo fare punti dappertutto se siamo una squadra concentrata al cento per cento, perché se molliamo un attimo andiamo in difficoltà e ogni dettaglio ci va a sfavore. Qua nessuno ha mollato, anzi tutti vogliono fare un ottimo campionato, perché le potenzialità e la voglia ci sono. Domenica più lo stadio sarà pieno e meglio sarà, purché si pensi al bene dell'Atalanta e non si mugugni se le cose non dovessero andare subito bene».

Un appello valido per il pubblico e uno per i propri compagni. Thomas Manfredini ha concluso così la sua intervista, chiedendo ai suoi di dimenticare le sconfitte, riflettere sugli errori e dare ancora di più: «Ci sono stati anche degli errori su cui abbiamo lavorato e dobbiamo continuare a farlo. Ne abbiamo parlato e non dimentichiamo anche gli infortuni che abbiamo avuto: siamo una buona rosa, ma quando iniziano a mancarti 6-7 giocatori è normale che qualche meccanismo puoi anche perderlo. Dobbiamo ripartire senza trovare scuse, scendere in campo e andare a fare punti. Credo ciecamente nelle qualità della squadra e tre sconfitte non possono buttare all'aria questi anni. Dobbiamo dare qualcosa di più di quello che abbiamo dato finora: ripartiamo dalle nostre sicurezze».

Simone Masper

fa.tinaglia

© riproduzione riservata