Domenica 28 Ottobre 2012

Un punto non fa mai male:
ma tante occasioni sprecate

Un punto a Pescara non fa mai male. Certo, rivivendo il film del primo tempo c'è di che rammaricarsi: tante le occasioni sprecate e un paio di prodigi del portiere Perin hanno negato un legittimo vantaggio. Altro copione nella ripresa se non altro per il fatto che i nerazzurri hanno perso subito Peluso, espulso dall'arbitro sollevando, ad onor del vero, perplessità a iosa.

Sia pure in inferiorità numerica l'Atalanta si è vista negare il vantaggio a causa dell'ennesimo palo (una bordata chirurgica di Brivio da una ventina di metri). C'è, comunque, andata bene perché nel finale l'Atalanta sopraffatta più dalla stanchezza che dagli avversari ha dovuto difendersi con i denti (da applausi, poi, l'intervento di Consigli su Abbruscato).

La prestazione è da giudicare oltre la sufficienza per l'impegno agonistico, il possesso palla e alcune giocate di pregevole fattura. Purtroppo l'astinenza da gol del pur combattivo Denis si avverte di partita in partita anche perché Schelotto si è mangiato una ghiotta occasione e a Bonaventura il numero uno abruzzese ha risposto con un intervento super.

Se l'attacco ha lasciato a desiderare, note positive giungono dal centrocampo e dalla difesa. Un vero guaio l'ammonizione a Cigarini che gli costerà la sfida, nel turno infrasettimanale, con il Napoli. Abile, come sempre, Manfredini a dirigere il reparto arretrato, coadiuvato dal grintoso Stendardo.

Discorso a parte per il citato Peluso che sta attraversando un periodo difficile condito da una buona dose di sfortuna. Meno male che mister Stefano Colantuono dispone della soluzione-Brivio in grado di colpire anche in fase offensiva. Solo il tempo di recuperare le energie spese a Pescara che già domani, lunedì, i nerazzurri si ritroveranno a Zingonia per preparare al meglio la gara con il Napoli.

In palio ci saranno altri punti importanti e l'ulteriore opportunità di dare seguito ai risultati.
Arturo Zambaldo

r.clemente

© riproduzione riservata