Sabato 01 Dicembre 2012

Comark in trasferta a Bari
Da sfruttare la bontà del calendario

La trasferta di Bari (domenica 2, ore 17) sembra un regalo ad hoc fatto alla Comark per interrompere la preoccupante serie negativa (quattro i ko negli ultimi turni). Alle cifre l'inequivocabile conferma. Il quintetto pugliese non vince da tre domeniche e la sua classifica piange visto che è figlia della miseria di un poker di risultati positivi e di otto sconfitte. Viceversa il team orobico si culla di sette successi e, quindi, di una graduatoria decisamente migliore.

Ma per usufruire della bontà del calendario occorrerà pretendere da capitan Reati e compagni un'adeguato approcio all'appuntamento. Giocare fuori casa, si sa, non è come esibirsi davanti ai propri tifosi per cui armarsi di una speciale determinazione da parte dell'intero collettivo è più che auspicabile. Importante, poi, saranno le prestazioni del trio delle meraviglie, Ferrarese, Perego e Reati (elencati in ordine alfabetico) anche se quelle di Maspero, Cazzolato e Malagoli dovranno collocarsi al di sopra della semplice sufficienza.

«Non esistono partite facili o difficili – ama ripetere l'allenatore Adriano Vertemati – sta a noi pilotarle nella direzione opportuna. Del Bari – ha aggiunto il coach milanese – la cui rosa non rispecchia affatto la sua classifica, temo, in particolare, l'ipotizzabile reattività e il fattore campo».

Comark in formazione completa: Perego, Ferrarese, Cazzolato, Malagoli, Reati, Maspero, Molinaro, Tomasini, Carnovali e Franzoni. Dopo il viaggio a Bari, la squadra del presidente Gianfranco Testa non giocherà, come previsto, al PalaFacchetti, in quanto l'avversaria Bologna, come noto, è stata, di recente, esclusa dal girone.

Arturo Zambaldo

fa.tinaglia

© riproduzione riservata