Giovedì 10 Gennaio 2013

Canini: mi sento a casa
In arrivo anche Sampirisi

L'Atalanta mercoledì ha accolto Michele Canini e salutato, dopo sei stagioni, Thomas Manfredini. Atalanta e Genoa hanno trovato in fretta l'accordo per lo scambio che è diventato ufficiale nelle prime ore del pomeriggio. Non si tratta però di uno scambio alla pari: Manfredini è stato ceduto a titolo definitivo al Genoa, mentre Canini arriva in comproprietà. Ma in realtà Canini si può considerare fin da subito un giocatore a tutti gli effetti dell'Atalanta perché i nerazzurri hanno un obbligo di riscatto a giugno versando un conguaglio (a quanto pare un mini-conguaglio) al Genoa.

L'Atalanta ha anche allungato di un anno il contratto a Canini, dal 2016 al 2017, e il giocatore pur di tornare ha anche accettato una riduzione dell'ingaggio. Per Canini si tratta di un ritorno, a distanza di otto anni e mezzo. Nel pomeriggio il calciatore ha anche svolto il suo primo allenamento da nerazzurro, ma la squadra aveva lavorato al mattino, quindi il difensore si è limitato a fare una seduta in palestra. Ha ereditato il numero 13 da Peluso.

Luigi Giorgi invece ha scelto il 18: curiosamente anche l'anno scorso a gennaio venne preso da un esterno, Alessandro Carrozza, arrivato a Bergamo dal Varese. Ma il mercato dell'Atalanta non è finito. Con il Genoa sono state poste le basi per prendere anche Mario Sampirisi, indipendentemente dall'affare Schelotto. L'Atalanta è infatti fortemente interessata al giovane terzino destro (è un '92) e potrebbe presto chiudere anche questa operazione. La trattativa è molto ben avviata. Resta in stand-by, invece, il possibile arrivo di Matteo Contini dal Siena. La sensazione è che potrebbe essere un'operazione last-minute visto che il giocatore ha il contratto in scadenza a giugno e quindi entro fine mese potrebbe essere ceduto a poco dai toscani.

In uscita c'è poi Matteo Scozzarella, richiesto da Ternana e Pro Vercelli. Resta invece sempre in bilico il futuro di Ezequiel Schelotto. C'è sempre il Genoa, ci sono gli inglesi del Fulham e dell'Everton, ma c'è soprattutto l'Inter che è la destinazione preferita dal giocatore.

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 10 gennaio

fa.tinaglia

© riproduzione riservata