Sabato 12 Gennaio 2013

Un'Atalanta nuova all'Olimpico
Canini e Giorgi subito in campo

Salutiamo l'esordio di un'Atalanta diversa. Contro la Lazio, infatti, domenica in campo alle 15 a Roma, troveremo sicuramente Canini, e con tutta probabilità anche l'esterno Giorgi, i due volti nuovi della squadra bergamasca.

L'epoca dei Peluso, dei Manfredini e magari anche degli Schelotto, dato per partente ma convocato per la trasferta, è ormai passata: parliamo di giocatori a contribuendo ad abbassare l'età media ed investendo su giocatori d'avvenire, come Sampirisi del Genoa, ormai pronto a sbarcare a Bergamo.

Per la nuova Atalanta, però, un esordio più difficile non ci poteva essere. Per arrivare alla salvezza non sono queste le partite da vincere a tutti i costi, ma scendere in campo come successo nella sconfitta prima di Natale allo Juventus Stadium, sotto di tre gol dopo 30', è qualcosa che Raimondi e compagni non si possono più permettere.

C'è anche la desolante sconfitta della scorsa settimana a Verona da cancellare. I precedenti con le grandi squadre possono far pensare che le vittorie con il Napoli, il Milan e l'Inter potrebbero ripetersi, ma senza troppe illusioni: servirà una grandissima prestazione contro la squadra del momento (non perde da 13 partite e punta alla 7ª vittoria di fila), che presenta giocatori di una qualità impressionante.

Non bisognerà concedere troppo spazio alle giocate di Hernanes, e in area di rigore l'avversario numero uno è indubbiamente Klose, attaccante in grado di buttarla dentro in qualsiasi modo. Ma è tutta la Lazio ad essere pericolosa per la sua solidità.

Davanti a Consigli vedremo l'esordio della coppia Stendardo-Canini, con Raimondi a destra e Brivio a sinistra: si tratta di una difesa obbligata, visto che Ferri, Lucchini e Bellini sono out per infortunio e per l'occasione è stato aggregato Milesi dalla Primavera.

A centrocampo si rivede Carmona, che affiancherà Cigarini, viste anche le prestazioni insufficienti degli altri compagni di mediana contro il Chievo. Sulle fasce il dubbio più grande è quello a destra: fuori Bellini con Raimondi terzino e con Schelotto non nelle condizioni ideali, potrebbe esserci l'esordio dal primo minuto proprio di Giorgi, mentre a sinistra nessuno è in grado di scalzare Bonaventura, uno dei pochi a salvarsi in quel di Verona.

In attacco Maxi Moralez tornerà al suo posto alle spalle di Denis, come ha confermato il tecnico Colantuono nella conferenza stampa della vigilia. È proprio il mister atalantino il più carico in un ambiente magari un po' depresso per gli ultimi risultati negativi.

La notizia del rinnovo del contratto sarà un ulteriore molla per Colantuono, il quale da buon romano ci terrà a fare bene contro la Lazio. Ricordiamo che l'Atalanta è reduce in trasferta da cinque sconfitte consecutive (quattro in campionato e una in Coppa Italia). I nerazzurri non raggranellano punti dal 2-1 di Genoa sponda Samp dello scorso 4 novembre.

Simone Masper

I due probabili schieramenti
LAZIO (4-3-3)
: 1 Bizzarri; 29 Konko, 20 Biava, 2 Ciani, 26 Radu; 8 Hernanes, 24 Ledesma, 15 Gonzalez; 87 Candreva, 11 Klose, 6 Mauri. All. Petkovic. In panchina: 84 Carrizo, 95 Strakosha, 5 Scaloni, 21 Diakite, 39 Cavanda, 27 Cana, 78 Zauri, 19 Lulic, 99 Floccari, 18 Kozak, 25 Rozzi.
ATALANTA (4-3-2-1)
: 47 Consigli; 77 Raimondi, 2 Stendardo, 13 Canini, 28 Brivio; 18 Giorgi, 21 Cigarini, 17 Carmona; 11 Moralez, 10 Bonaventura; 19 Denis. All. Colantuono. In panchina: 16 Polito, 78 Frezzolini, 25 Matheu, 92 Milesi, 88 Biondini, 44 Cazzola, 7 Schelotto,  9 Troisi, 8 Radovanovic, 79 Ferreia Pinto, 91 De Luca, 99 Parra.
Arbitro
: Peruzzo di Schio (Passeri-Iannello/Giordano/Giacomelli-Fabbri).
In tv
: Sky Calcio 4, Premium Calcio 4.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata