Mercoledì 06 Febbraio 2013

Colantuono e il ruolo di capitano
Vorrei lo facessero tutti a turno

Colantuono l'aveva detto: fatto salvo Bellini, il cui ruolo non si discute, la fascia potrebbe avere più di un padrone. In assenza del legittimo proprietario, dunque, il capitano potrebbe anche non essere sempre lo stesso.

Le gerarchie ci sono, ma non sono poi così vincolanti. E si è avuta la dimostrazione domenica a Palermo con il sesto capitano diverso di questa stagione: stavolta è toccato a Stendardo, giocatore esperto, carismatico, un leader della difesa ma non solo.

Quale capitano? Vota il sondaggio

La scelta è stata quasi obbligata vista la panchina di Denis e le assenze di Bellini e Cigarini. In più mettiamoci il fatto che Colantuono non ama dare la fascia al portiere perché non può essere sempre vicino all'azione, ed ecco spiegata la rotazione della fascia.

Colantuono era stato chiaro dopo la promozione di Denis. «Di solito decido il capitano in base all'anzianità o alle presenze. Ma io vorrei che il capitano lo facessero tutti a turno: questo è un gruppo di bravi ragazzi e ottimi professionisti, che non ha bisogno di un leader che richiami gli altri. Adesso la fascia l'avrà Denis in attesa del ritorno di Bellini, ma non è detto che poi la possa avere anche qualcun altro». Quale capitano? Vota il sondaggio

Tutto su L'Eco di Bergamo del 6 febbraio

r.clemente

© riproduzione riservata