Comark a Torino contro i leader
Si spera scatti l'effetto sorpresa

Alla Comark è rigorosamente vietato sedersi sugli allori dopo la strepitosa vittoria di mercoledì scorso, al PalaFacchetti, contro Matera, seconda forza del campionato. A capitan Reati e compagni corre, infatti, obbligo dare continuità ai risultati.

Comark a Torino contro i leader Si spera scatti l'effetto sorpresa

Alla Comark è rigorosamente vietato sedersi sugli allori dopo la strepitosa vittoria di mercoledì scorso, al PalaFacchetti, contro Matera, seconda forza del campionato. A capitan Reati e compagni corre, infatti, obbligo dare continuità ai risultati e contemporaneamente guarire dal mal di trasferta che dura addirittura da oltre quattro mesi.

Ma per ottenere i classici due piccioni con una fava i trevigliesi dovranno espugnare, domenica 10, niente meno che il palasport di Torino, contro avversari che stanno letteralmente dominando da sempre il girone. Sin qui il team piemontese ha collezionato qualcosa come ventidue vittorie, perdendo soltanto in quattro occasioni (la Comark ne ha vinte quattordici).

Da puntare, quindi, sull' effetto-sorpresa auspicando al tempo stesso in un provvisorio appagamento di Torino visto che il prestigioso abito da capolista non glielo toglierà proprio nessuno. Viceversa alla Comark la posta in palio ha una rilevanza con la «R» maiuscola.

Per continuare a rincorrere il progetto-playoff, la formazione del presidente Gianfranco Testa non ha altra scelta se non quella di ribaltare i verdetti, da mani nei capelli, lontano dalle mura amiche non certo determinati da episodi casuali o sfortunati come qualcuno vorrebbe far credere.

Il comportamento della squadra con Matera trasmette, comunque, fiducia e ottimismo nonostante, ribadiamo, la competitività degli avversari di turno. Mai come domenica prossima, oltre ai titolari bisogna chiedere alle seconde linee un contributo di notevole spessore. In altre parole il completo e qualitativo organico messo a disposizione del coach, dalla società a più riprese, andrà sfruttato sino in fondo.

Punti di forza di Torino sono Baldi Rossi, Gergati, Tommasini, Evangelisti e Sandri. Nell'ultimo match, Torino ha espugnato fuori casa il tosto Omega per 67-59. Ricordiamo che nella partita dell'andata la Comark venne superata nel finale, per tre lunghezze al termine di un incontro alquanto equilibrato. Torino-Comark si disputerà alle 14, con telecronaca in differita alle 18 su Sportitalia 2.

Arturo Zambaldo

© RIPRODUZIONE RISERVATA