Atalanta, Moralez fa discutere
Mutti: una stagione storta capita

Moralez fa discutere. La seconda stagione non è stata all'altezza della prima, ma la prima non si può cancellare e allora c'è ancora chi vota la fiducia del piccolo genietto argentino.

Atalanta, Moralez fa discutere Mutti: una stagione storta capita

Moralez fa discutere. E anche gli esperti bergamaschi si dividono. La seconda stagione non è stata all'altezza della prima, ma la prima non si può cancellare e allora c'è ancora chi vota la fiducia del piccolo genietto argentino.

Lino Mutti spende una carezza e un incoraggiamento. «Una stagione storta può capitare a chiunque, ma io ci penserei bene prima di privarmi di un giocatore con le sue caratteristiche». L'allenatore di Trescore ne fa soprattutto in discorso di prospettiva. «Io valuto l'organico dell'Atalanta e penso che uno come Moralez ci possa stare così come ci può stare in serie A, al di là del rendimento di un campionato che può non ricalcare quello del campionato precedente. Ma sono annate. Lui è un giocatore con caratteristiche particolari, difficili da reperire. È un po' il Giovinco dell'Atalanta. E per me le sue caratteristiche nello scacchiere dell'Atalanta sono indispensabili». 

Sull'argomento interviene anche Adelio Moro che conosce bene il fantasista dai tempi del Velez. «Moralez non è un mistero, ma uno che in Argentina ha giocato a certi livelli. È sempre quel giocatore, ma in Argentina giocava in una delle migliori squadre del campionato, che lottava per la Libertadores e lo scudetto, ed era in un contesto diverso: quel Velez faceva una fase offensiva più elevata rispetto all'Atalanta di quest'anno dove magari è meno supportato dalla squadra e dai giocatori di fascia. Bisogna essere più sereni nei giudizi, non basta una partita fatta male per bocciarlo».

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 20 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA