Mercoledì 29 Maggio 2013

Comark: tifosi, sponsor e media
I messaggi di «Clyde» Insogna

Euclide Insogna, inossidabile general manager della Comark, invia messaggi più che eloquenti, tramite il sito de L'Eco, a tifosi, semplici appassionati, sponsor e media. E lo fa attraverso analisi e disamine con la spiccata razionalità di sempre, in virtù del qualitativo curriculum maturato nelle vesti di giocatore, coach e dirigente, il tutto, da circa mezzo secolo a questa parte.

LA CONQUISTA DELLA LEGA DUE
“Secondo me non si è ancora data la dovuta enfasi per il passaggio in Lega due. In altre piazze, magari più blasonate, si è festeggiato a lungo l'evento. Pensare che nel corso del campionato ci eravamo quasi sempre trovati nelle zone alte della classifica. Alla fine, poi, abbiamo mancato l'accesso ai playoff soltanto per quattro punti. Per questi motivi ritengo che la squadra abbia disputato un signor torneo a maggior ragione se si considerano i mezzi finanziari di cui disponevano altri club”.

CON GLI STRANIERI AUMENTERA' LO SPETTACOLO
“Avere per la prima volta, sul parquet del PalaFacchetti, almeno un paio di giocatori Usa o europei contribuirà ad innalzare il livello tecnico senza ombra di dubbio. Ciò rappresenterà un ulteriore stimolo per gli sportivi, rimasti di colpo orfani degli stranieri dai tempi del Celana. Di conseguenza mi aspetto un incremento di supporter provenienti anche da Bergamo, città che ha quasi sempre risposto in maniera adeguata al richiamo della pallacanestro”.

LA SOCIETA' SEMPRE IN LINEA CON GLI IMPEGNI
“L' avanzamento di categoria non impensierisce l'impegno economico dei soci. Pur nelle difficoltà del momento, saremo in ogni caso in grado di garantire, come da tradizione, la stagione 2013-2014 in maniera decorosa. Non a caso non c'è giocatore che rifiuterebbe di venire alla corte del presidente Gianfranco Testa. Chi arriva a Treviglio sa di trovare una società seria, organizzata e altamente operativa offrendo, così, l' opportunità a chiunque di esprimersi al meglio”.

PRIMO TASSELLO: LA CONFERMA DI VERTEMATI
“L'aver blindato Adriano Vertemati per altri due anni è sinonimo di una palpabile garanzia. L'ampia fiducia se l'è meritata nel corso dei precedenti campionati. Abbiamo a che vedere con un allenatore molto preparato che motiva la squadra come pochi. Inoltre è in piena sintonia con lo staff che lo affianca. Con lui inizieremo a gettare le basi su quello che sarà la composizione del prossimo team. Al riguardo confermo che Tomasini e Carnovali sono ancora sotto contratto mentre gli altri titolari restano in attesa di una nostra chiamata. Ma è presto per affrontare l' argomento che riguarda il mercato anche se, naturalmente, un'idea seppur approssimativa l'abbiamo già su come muoverci”.

ARGOMENTO SPONSOR
“Chiaro che alla voce-sponsor attribuiamo la dovuta importanza. Fino al 30 giugno siamo legati alla Comark che da quattro anni sta legando il suo marchio pubblicitario al nostro. L'auspicio è che l'azienda di comunicazione e marketing resti ancora. Lo stesso vale per gli altri sponsor ritenuti pure loro assai preziosi”.

L'IMPORTANZA DEI MEDIA
“Non sono certo io a scoprire l'importante ruolo dei media, intesi nel più ampio significato del termine. La comunicazione, del resto, specie ai giorni nostri, rappresenta un punto di riferimento davvero indispensabile. Da qui l'auspicio di una concreta collaborazione pur tenendo conto delle rispettive funzioni”.

Arturo Zambaldo

a.ceresoli

© riproduzione riservata