Domenica 27 Settembre 2009

Mondiali ciclismo: Evans è d'oro
Cunego, 8°, primo degli italiani

L'australiano Cadel Evans si è imposto per distacco nella prova mondiale su strada per professionisti corsa sul circuito svizzero di Mendrisio (13 giri per un totale di 262,2 chilometri). Sul podio iridato anche il russo Alexandr Kolobnev e lo spagnolo Joaquin Rodrguez, rispettivamente medaglia d'argento e di bronzo con un ritardo da Evans di 27". Quarta piazza per il campione olimpico basco Samuel Sanchez, quinto lo svizzero Fabian Cancellara, già iridato a cronometro.

Il migliore degli italiani è stato Damiano Cunego, che è giunto ottavo, solo 41° a 3'21" il campione uscente Alessandro Ballan. Era quasi il predestinato, il capitano unico di un'Italbici che si è invece dovuta inchinare alla rabbia di Evans. Cunego prima si arrabbia un po' per l'epilogo indesiderato, un ottavo posto che gli lascia l'amaro in bocca, poi prova ad esaminare quanto accaduto sul percorso mondiale di Mendrisio. Con una premessa: «Ci fosse solo la Nazionale italiana che vince, sarebbe il massimo...».

L'analisi del veronese, argento a Varese 2008, è lucida: «Gli avversari sapevano della nostra superiorità, noi abbiamo cercato di correre per vincere ma le gare sono piene di insidie e difficoltà. Molte squadre avevano più di un uomo, io sono rimasto solo e ho cercato di tenere testa a tutti. Ci tenevamo, volevamo le quattro vittorie consecutive: vorrà dire che ci proveramo la prossima volta».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata