Sabato 28 Dicembre 2013

AlbinoLeffe, riecco Gustinetti:

«Torno per un risultato importante»

Elio Gustinetti
(Foto by Magni)

Dopo l’annuncio, le prime parole del Gustinetti tris. L’allenatore bergamasco torna all’AlbinoLeffe dopo la seconda esperienza terminata nel 2008: alla presentazione a Zanica l’ex giocatore atalantino dimostra di essere carico ed entusiasta nel prendere il posto di un altro ex atalantino, Mindo Madonna, sorprendentemente esonerato il 27 dicembre, ad una settimana di distanza dalla sconfitta di Venezia, lasciando i seriani al quarto posto della graduatoria.

Elio Gustinetti torna così a casa dopo più di 5 anni: alla corte del presidente Andreoletti, assente alla presentazione, il mister ha firmato un contratto della durata di 6 mesi. «Ho l’entusiasmo a mille - sono le prime parole di Gustinetti -. All’AlbinoLeffe ho vissuto i momenti più brillanti della mia carriera ed è bello rimettersi in gioco proprio qui».

«L’emozione c’è sempre, ma ci si butta nel lavoro, l’unica cosa che può determinare come andrà questo campionato. Sono cambiati tanti giocatori, la squadra si è ringiovanita, e questo è sempre stato il pallino del presidente. È capitato tutto all’improvviso, lasciamo alle spalle gli screzi del passato, con il tempo capisci che ci sono stati degli eventi che hanno contribuito a modificare i rapporti».

Solo il tempo dirà se la scelta della società seriana sia stata la migliore: Gustinetti intanto si prende qualche giorno per conoscere la squadra, in attesa di un avvio di campionato difficile. «Adesso devo conoscere i ragazzi, non posso dire dove possiamo arrivare, magari tra qualche settimana sì. Mi è sempre piaciuto alzare l’asticella: se son tornato è perché voglio fare qualcosa di eclatante come la promozione in B contro il Pisa o i playoff di B, sarebbe bello tornare in una categoria che ha visto l’AlbinoLeffe protagonista per anni. Ci aspetta un inizio di 2014 difficile contro avversari difficili come Savona, Cremonese e Sud Tirol e potremo capire di che pasta siamo fatti».

La spiegazione sulla scelta di cambiare la gestione tecnica è arrivata dalle parole del ds della Celeste, Aladino Valoti. «È stata una cosa che ha preso tutti in contropiede, ma le valutazioni le facciamo regolarmente con la proprietà e i nostri collaboratori, siamo partiti per cercare di fare un campionato di vertice e siamo convinti che ce la possiamo fare. La decisione non è stata presa dall’oggi al domani: questa squadra ha avuto alti e bassi e d è questo il motivo della nostra scelta. Puntiamo su un allenatore con un pedigree importante, che ci conosce bene e fa parte della storia di questa società, anche se ci siamo allontanati nell’apice più alto della storia dell’AlbinoLeffe. Dispiace aver lasciato un allenatore come Madonna che rimarrà sempre legato a noi, ma fa parte del mestiere: speriamo che ora Gustinetti ci regali qualcosa d’importante e gratificante».

Simone Masper

© riproduzione riservata