Venerdì 08 Novembre 2013

Amici: Bonaventura e Brivio

Festa con il club Pesa-Antoniana

link

Il Club Amici Pesa Antoniana festeggia il 45esimo con Bonaventura e Brivio. Quarantacinque anni di fedeltà ai colori nerazzurri e un’unione che può dare ancora maggior forza.

Questa settimana a festeggiare insieme agli ospiti atalantini è stato il Club Amici dell’Atalanta Pesa-Antoniana, diretto dalla presidentessa Daniela Roncelli e arrivato al 45esimo dalla fondazione, che conta da poco della collaborazione della società sportiva e dell’Oratorio dell’Antoniana, con l’obiettivo di richiamare maggior giovani ai colori nerazzurri.

Il club cittadino ha festeggiato l’anniversario in compagnia dei calciatori Giacomo Bonaventura e Davide Brivio, degli ex Luigino Pasciullo e Daniele Filisetti, ma soprattutto con Pierluigi Pizzaballa, legato da anni al club delle sue zone e presidente per oltre trent’anni dell’Antoniana.

Alla cena erano presenti anche il presidente del centro di coordinamento del Club Amici Marino Lazzarini, Elio Corbani ed Elisa Persico, responsabile della comunicazione della società atalantina.

Con gli ospiti si è parlato di Atalanta del 2013/2014, della mancanza di continuità, e ai ragazzi di ieri è toccato il compito di spronare quelli di oggi. «Bonaventura ormai si è affermato ed è richiesto da molte squadre - ha affermato Luigino Pasciullo, attualmente impegnato nel settore giovanile del Cenate Sotto -. Sta facendo bene all’Atalanta e speriamo che continui a regalare soddisfazioni; Brivio ha tanta forza fisica e per me deve avere solo più fiducia in se stesso. Ho visto solo due partite, contro l’Inter, dove avrebbe meritato qualcosa in più se avesse avuto più fortuna negli episodi e poi con la Fiorentina. Adesso ha troppi alti e bassi, ma sta facendo un ottimo campionato comunque».

Pierluigi Pizzaballa non poteva che analizzare da vicino l’attuale portiere atalantino Andrea Consigli. «Lo stimo, è un buon portiere, può ancora migliorare e fare quel salto definitivo, che può essere la Nazionale o una grande, ma se dovesse rimanere a Bergamo potrebbe comunque togliersi grandi soddisfazioni, sempre che continui a lavorare per perfezionarsi e migliorare. La squadra deve solo trovare un equilibrio, visto che gli uomini ci sono: lo farà e faremo un campionato valido».

Simone Masper

© riproduzione riservata