Domenica 11 Maggio 2014

Trionfo Atalanta sul filo di lana

Decide super gol di Brienza al 96’

Il gol segnato da Brienza al 96’
(Foto by PAOLO MAGNI)

ATALANTA-MILAN 2-1

RETI: 7’ st autorete Bellini, 23’ Denis su rigore, 51’ st Brienza

ATALANTA (4-3-3): Consigli 6,5; Raimondi 6,5, Bellini 6,5, Benalouane 7, Brivio 7; Carmona 7,5, Cigarini 7, Baselli 6,5 (29’ st Migliaccio 6); Moralez 6,5 (43’ st Brienza 8), Denis 7, Bonaventura 6,5 (23’ st De Luca 6). In panchina Sportiello, Frezzolini, Scaloni, Caldara, Nica, Del Grosso, Kone, Giorgi, Bentancourt. All. Colantuono.

MILAN (4-3-1-2): Amelia 6; De Sciglio 5,5, Rami 6, Mexes 6, Constant 5,5; Montolivo 6, De Jong 6, Muntari 6 (31’ st Taarabt sv); Honda 5 (1’ st El Shaarawy 6,5); Balotelli 6,5, Kakà 5,5 (35’ st Pazzini sv). In panchina: Gabriel, Zapata, Bonera, Abate, Emanuelson, Poli, Essien, Robinho. All. Seedorf.

Arbitro: Rizzoli di Bologna

Note. spettatori 17 mila circa. Ammoniti Raimondi, Mexes e Migliaccio. Corner 6-3 per il Milan. Recupero 0’+5’.

Un modo più bello per congedarsi dal suo pubblico l’Atalanta non avrebbe potuto studiarlo: gol, straordinario, di Brienza al 96’ e vittoria per 2-1 sul Milan. I nerazzurri hanno rimontato dopo l’autorete di Bellini al 7’ st, il pareggio è stato siglato da Denis su rigore al 23’ st e, quanto era appena scaduto il recupero, Brienza ha estratto dal cilindro un sinistro formidabile, per potenza e precisione, e il Milan si è dovuto arrendere.

Bergamaschi a quota 50 e forse con un briciolo di rammarico perché si è avuta la conferma che l’Atalanta avrebbe potuto forse lottare fino alla fine per l’Europa League senza lo sbandamento dal match contro il Sassuolo (il Torino sesto è a quota 56, non lontanissimo). Comunque, lode all’Atalanta che ha voluto regalare ai suoi tifosi l’ultima gioia e ha giocato con grande decisione e intensità.

Denis e compagni hanno avuto anche un pizzico di fortuna perché hanno segnato a partita praticamente finita, mentre qualche minuto prima (91’) Balotelli aveva colpito un palo (e sempre Balotelli aveva centrato una traversa al 41’ pt). Il risultato più giusto sarebbe stato probabilmente il pareggio, ma vince chi segna un gol in più e l’Atalanta non ha rubato nulla.

È stata una partita divertente, anche perché l’Atalanta voleva vincere per festeggiare con i tifosi un bellissimo campionato e il Milan mirava ai tre punti per rincorrere l’Europa League. Senza alchimie tattiche, c’è stata una continua alternanza di azioni e situazioni con l’Atalanta più positiva nel primo tempo. Il Milan si è scosso verso la fine della prima frazione e in avvio di ripresa ha concretizzato la sua superiorità con l’autorete di Bellini (7’ st). L’Atalanta però ha reagito pervenendo al pareggio con il rigore trasformato da Denis (fallo di Constant su Carmona) al 23’ st. Il Milan ha tentato l’assedio inserendo anche Pazzini (era già entrato El Shaarawy), ma non ha sfondato e l’Atalanta l’ha fregato sul filo di lana.

Convincente la prestazione del collettivo e anche i singoli si sono distinti. L’otto per Brienza, entrato all’88’, è naturalmente per l’eurogol, qualcuno magari storcerà il naso per il 6,5 a Bellini che ha segnato nella sua porta, ma Bellini, schierato come centrale in difesa e dunque in una posizione non sua, ha giocato bene salvando diverse situazioni delicate. E se non avesse commesso l’autogol per tentare un salvataggio disperato, quella palla l’avrebbe messa in rete Balotelli che era alle sue spalle.

Marco Sanfilippo

CRONACA

È l’ultima partita dell’Atalanta al Comunale, l’avversario è il Milan che lotta ancora per centrate l’Europa League, mentre i bergamaschi, che hanno dato addio ai loro sogni europei, festeggeranno una salvezza in carrozza e un bel campionato, segnato dalla serie record di sei vittorie di fila.

Per fortuna non ci sono stati incidenti e i tifosi del Milan sono entrati senza problemi allo stadio. Sono 250 le forze dell’ordine che stanno garantendo la sicurezza. Prima della partita gli ultrà atalantini hanno appeso volantini in vari punti della città sul caso Speziale, l’ultrà del Catania condannato per l’omicidio dell’ispettore capo Raciti nel 2007.

Atalanta con il 4-3-3, ovvero con Bonaventura e Moralez a sostenere dalle fasce Denis, il trio di centrocampo formato da Carmona, Cigarini e Baselli, mentre in difesa c’è la coppia centrale Bellini-Benalouane (indisponibili i centrali Stendardo, Yepes e Lucchini) con Raimondi a destra. Il Milan del traballante Seedorf si presenta con un 4-3-1-2: due le sorprese, ovvero Muntari e non Poli a centrocampo e Honda e non Taarabt come rifinitore alle spalle del tuo d’attacco Balotelli-Kakà.

Primo tempo

2’: Denis al tiro dal limite dell’area, De Jong smorza la conclusione.

2’: ci prova Moralez, palla a sorvolare la traversa.

6’: Benalouane salva di testa una situazione potenzialmente pericolosa al limite dell’area atalantina, Balotelli gli frana addosso, fallo per l’Atalanta.

14’: punizione dalla trequarti destra di Balotelli, De Jong sfiora di testa, Carmona libera in corner.

14’: corner da sinistra di Kakà, Raimondi devia ancora in angolo.

15’: corner da destra di Honda, Benalouane sbroglia la matassa. Il Milan dimostra di poter far male sulle azioni nate da calcio da fermo, anche se per il momento non si segnalano palle-gol per i rossoneri.

19’: cross da sinistra di Brivio, incornata imprecisa di Denis.

21’: Denis calcia da lontano, ma nemmeno stavolta la conclusione è ben calibrata.

24’: bella azione dell’Atalanta, Brivio da sinistra smarca in area Denis che appoggia il pallone indietro in favore di Carmona, rasoterra e parata a terra di Amelia.

26’: cross da sinistra di Brivio, sul pallone intervengono di testa Denis e Mexes, l’arbitro vede la deviazione dell’argentino, ma Mexes riconosce che il tocco finale è suo e così l’arbitro concede il corner all’Atalanta stringendo la mano al milanista.

26’: corner da sinistra di Cigarini, Denis spizza e Bonaventura, in agguato sul secondo palo, per un pelo non riesce a dare la deviazione vincente.

28’: punizione per il Milan, cross di Balotelli, controcross in rovesciata da destra di De Jong, ma palla alta per Mexes che voleva deviare in rete di testa.

30’: insidiosa conclusione dal limite dell’area di Denis che, deviata da Rami, lambisce il palo alla destra di Amelia.

34’: punizione dalla trequarti destra di Cigarini, colpo di testa di Moralez che sfiora il palo alla destra di Amelia.È forse la più limpida palla-gol per l’Atalanta che sta giocando molto meglio del Milan.

39’: traversone dalla trequarti destra di Montolivo e colpo di testa centrale di Kakà, para Consigli.

41’: punizione dalla sinistra di Balotelli che centra la traversa, forse c’è anche la deviazione di Consigli.

43’: bordata sull’esterno della rete da Montolivo che si era incuneato in area a destra.

44’: cannonata di Balotelli da lontanissimo, Consigli respinge, sugli sviluppi dell’azione Honda schiaccia di testa sfiorando il palo alla destra di Consigli.

45’: fine primo tempo, Atalanta-Milan 0-0.

Secondo tempo

1’: entra El Shaarawy per Honda.

4’: cross da destra di Di Sciglio e incornata insidiosa ma alta di Kakà.

5’: Balotelli fermato da un dubbio fuorigioco.

7’ GOL: azione di contropiede del Milan, Muntari da sinistra calibra un invitante pallone in area rasoterra e Bellini, nel tentativo disperato di evitare che il pallone arrivi a Balotelli, infila Consigli.

21’: fallo netto di Constant su Carmona che si era catapultato in area sulla destra e l’arbitro concede il rigore.

23’ GOOOOL: Denis trasforma dal dischetto spiazzando Amelia con un rasoterra destinato alla sinistra del portiere.

23’: entra De Luca per Bonaventura.

24’: ammoniti Mexes e Raimondi per reciproche scorrettezze. Mexes applaude il pubblco ironicamente ed è subissato di fischi. Brutto episodio, una banana è lanciata in campo in direzione di Constant, De Jong la raccoglie e la getta via.

28’: tentativo da sinistra di El Shaarawy, ma palla a lato.

29’: entra Migliaccio per Baselli.

31’: entra Taarabt per Muntari.

32’: pallonetto di Montolivo per El Shaarawy, anticipato da Consigli.

35’: da De Luca per Moralez che sfiora l’incrocio dei pali alla sinistra di Amelia.

35’: entra Pazzini per Kakà.

38’: Bellini salva su Pazzini che stata agganciando la palla a due passi da Consigli.

40’: ammonito Migliaccio.

43’: entra Brienza per Moralez.

45’: 5’ di recupero.

46’: Balotelli centra un palo clamoroso dal vertice destro dell’area di rigore.

48’: ammonito Taarabt.

49’: calcia Balotelli da fuori area, salva Benalouane di testa.

50’: De Luca in contropiede, recupero provvidenziale di El Shaarawy

51GOOOOL: gol pazzesco di Brienza, dai 25 metri sinistro a rientrare che s’infila nel «sette» alla sinistra di Amelia.

51’: fine partita. Atalanta-Milan 2-1.

© riproduzione riservata