Domenica 01 Dicembre 2013

L’Atalanta sfiora l’impresa

La Roma segna l’1-1 all’89’

Il difensore dell'Atalanta Davide Brivio esulta dopo il gol dell’1-0
(Foto by Magni)

ATALANTA-ROMA 1-1

RETI: 6’ st Brivio, 44’ st Strootman.

ATALANTA (4-4-1-1): Consigli 7,5; Scaloni 6,5 (30’ st Lucchini sv), Cazzola 7, Canini 6,5, Del Grosso 6 (30’ pt Bonaventura 6); Brienza 6,5 (20’ st Kone 6,5), Carmona 6,5,Cigarini 6,5, Brivio 7; Moralez 6,5; Denis 6. All. Colantuono. In panchina: Sportiello, Nica, Pugliese, Giorgi, Baselli, Gagliardini, Migliaccio, Marilungo, Livaja.

ROMA (4-3-3): De Sanctis 5; Maicon 5,5, Benatia 6, Castan 6, Dodò 5,5; Bradley 6, De Rossi 5 (12’ st Ljalic 6,5), Strootman 6,5; Florenzi 5,5 (42’ st Ricci sv), Gervinho 6,5, Marquinho 6 (17’ st Pjanic 6). All. Garcia. In panchina: Lobont, Skorupski, Burdisso, Romagnoli, Jedvay, Taddei, Di Mariano, Caprari, Destro.

Arbitro: Damato di Barletta 5,5.

Note: spettatori 20 mila circa. Ammoniti Cigarini, Canini, Benatia, Denis e Ljalic. Espulso Colantuono al 36’ st. Corner 7-2 per la Roma. Recupero 2’+3’.

L’Atalanta ha sfiorato la super impresa contro la Roma. I nerazzurri, in rete su punizione con Brivio al 6’ st, stavano per infliggere il primo ko stagionale in campionato alla Roma che però nell’assedio finale ha scovato il gol dell’1-1 con Strootman all’89’.

Resta dunque un po’ l’amaro in bocca, ma la prestazione dei bergamaschi sul piano tattico è stata da incorniciare. Diciamo anche che la Roma non è sembrata uno squadrone invulnerabile, ma è merito dell’Atalanta averla neutralizzata bene per almeno un’ora.

Sì, perché nell’ultima mezz’ora la compagine giallorossa ha dato dimostrazione delle sue potenzialità, si è lanciata in un assedio all’arma bianca e, dopo aver reclamato un rigore che poteva anche essere concesso (fallo di mano in area di Canini al 31’ st) e aver sfiorato il pareggio al 41’ st su Florenzi (paratissima di Consigli), ha riequilibrato la situazione in zona Cesarini con una combinazione Ljalic-Strootman.

L’Atalanta ha confermato che in casa è una squadra temibile per tutti. Pur con un reparto arretrato in continua emergenza, i nerazzurri hanno espresso per un’ora una grande solidità difensiva (da elogiare Cazzola che ha giocato ancora in un ruolo non suo) annullando la Roma. E non inganni il 7,5 a Consigli: è stato meritatissimo, ma in pratica il portierone nerazzurro ha dovuto sfoderare soltanto due grandi interventi, uno miracoloso su Florenzi, e tutti e due nell’emozionante finale.

Compattezza, grande dedizione e spirito di sacrificio. Insomma, un’Atalanta con gli attributi che in trasferta non si vede mai. Un’Atalanta che, prima del gol in avvio di ripresa di Brivio, favorito da una papera del portiere De Sanctis, aveva colpito anche un palo nel primo tempo con Brienza.Da elogiare la prestazione di Brivio che ha segnato il gol ma è stato anche fondamentale in fase difensiva, suo tallone d’Achille, e sulla sua fascia aveva contro Maicon, non l’ultimo arrivato.

Da segnalare che l’Atalanta ha dovuto ancora una volta sostituire un giocatore per infortunio: si tratta di Del Grosso, costretto a dare forfait al 30’. È subentrato Bonaventura, al rientro dopo l’infortunio, che ha dato il suo apporto ma che naturalmente non è ancora al 100%. Da valutare le condizioni di Moralez che è rimasto in campo per onor di firma dopo le tre sostituzioni. Per lui e Denis una partita di sofferenza nel senso che hanno lavorato molto in fase di contenimento, sono stati loro i primi difensori di un’Atalanta che è a +5 e non più a +6 sull’area retrocessione, ma se giocherà sempre così non avrà nessun problema per salvarsi.

Marco Sanfilippo

CRONACA

Atalanta e Roma in campo al Comunale di Bergamo per la 14ª giornata di campionato. I nerazzurri, con una difesa in super emergenza, sfidano la Roma seconda della classe che deve vincere per rincorrere la Juventus battistrada.

Mister Colantuono punta sul 4-4-1-1 nel quale la sorpresa è l’inserimento sulla fascia destra di centrocampo di Brienza con esclusione di Migliaccio, mentre il modulo dei giallorossi è il confermato 4-3-3 con due varianti: a centrocampo c’è Bradley e non Pjanic, in attacco Marquinho e non Ljalic.

L’Atalanta confida nel rendimento casalingo per frenare la corsa della Roma che, dopo dieci vittorie consecutive, ha rallentato inanellando una serie di tre pareggi di fila. Bonaventura e Livaja sono in panchina pronti a dare il loro contributo nella ripresa.

Duemila sagome di carri armati sventolano in Curva Nord nel ricordo del polverone di quest’estate quando alla Festa della Dea un carro armato schiacciò due vecchie auto con i colori della Roma e Del Brescia. Un minuto di silenzio in memoria di Amadei, ex della Roma ma anche dell’Atalanta.

Primo tempo

8’: Marquinho calcia dalla lunga distanza, la traiettoria è insidiosa e Consigli deve tuffarsi sulla sua sinistra per deviare il pallone in corner.

20’: lancio dalle retrovie in favore di Gervinho che non aggancia la sfera in area atalantina.

23’: Brienza crossa in area da destra e Maicon anticipa in area Denis. Non è una vera chance da rete, ma vuol dire che l’Atalanta c’è anche in attacco.

26’: bordata da fuori area di Strootman con palla non lontano dall’incrocio dei pali alla destra di Consigli.

28’: punizione dalla trequarti destra di Moralez, spizzata di Cazzola, la palla finisce sulla sinistra in area a Brienza che calcia in diagonale, deviazione di Benatia e palla sul palo alla destra di De Sanctis.

30’: entra Bonaventura per l’infortunato Del Grosso (probabile stiramento alla flessore della coscia sinistra). Jack a sinistra a centrocampo con Brivio che indietreggia in difesa.

45’: 2’ di recupero.

46’: ammonito Cigarini che era diffidato e salterà dunque per squalifica Verona-Atalanta di domenica prossima.

Secondo tempo

1’: nessun cambio in avvio ripresa.

2’: traversone velenoso da sinistra di Dodò in area nerazzurra, libera Brivio.

6’ GOOOOL: punizione rasoterra non irresistibile di Brivio, il pallone passa sotto la barriera e s’infila nell’angolino alla sinistra di De Sanctis, autore di goffo tentativo di parata. È una papera del portiere giallorosso, peraltro tradito da uno strano rimbalzo della palla davanti a lui. Un gol che i giocatori nerazzurri dedicano a Bellini.

12’: entra Ljalic per De Rossi, protagonista di una prestazione incolore.

13’: ammonito Cigarini.

17’: entra Pjanic per Marquinho.

20’: entra Kone per Brienza.

21’: rasoiata da fuori area di Strootman, Consigli sfiora la palla deviandola in corner.

26’: galoppata sulla sinistra di Gervinho che smarca Ljalic, cannonata verso la porta, ma mira imprecisa.

29’: ancora scatenato Gervinho che semina il panico sulla sinistra e crossa rasoterra in area dove Bradley tira fiaccamente.

30’: entra Lucchini per Scaloni.

31’: Maicon conclude violentemente dall’interno dell’area e Canini, con le braccia un po’ larghe e a 2-3 metri dal brasiliano, respinge con la mano girandosi, forse era rigore. Sulla continuazione dell’azione, cross di Castan e incornata a rete di Bradley, peraltro in posizione di fuorigioco, così l’arbitro annulla.

33’: ammonito Benatia.

36’: espulso Colantuono per proteste.

39’: ci prova ancora Strootman da lontano, Consigli para a terra.

41’: miracolo di Consigli che respinge un colpo di testa di Florenzi, smarcato da un cross da destra di Pjanic.

42’: ammonito Denis.

42’: entra Ricci per Florenzi.

44’: rasoterra di Gervinho, Consigli neutralizza.

44’ GOL: Ljalic serve un assist d’oro da destra per Strootman che devia in rete da pochi passi nell’angolino alla sinistra di Consigli.

45’: 3’ di recupero.

46’: ammonito Ljalic.

48’: fine partita, Atalanta-Roma 1-1.

© riproduzione riservata