Bergamo strepitosa nel blitz di Siena Remer, un ko sul campo della Roma

Bergamo strepitosa nel blitz di Siena
Remer, un ko sul campo della Roma

Bergamo da applausi quella che ha strapazzato in trasferta la pur temibile Siena. 88-66 il risultato al suono della sirena (e scusate se è poco). Un blitz che consolida la piazza d’onore in classifica a un paio di punti di ritardo dalla capolista Virtus Roma.

Se c’è ancora qualcuno che osa pronunciare il termine «salvezza» è invitato a motivarne immediatamente l’insostenibile ragione. La chiave del successo in Toscana è figlia innanzitutto di una prova super del reparto arretrato. L’esatto contrario di otto giorni or sono quando, di fronte ad una non irresistibile Latina, capitan Sergio e soci subirono addirittura 109 punti. A livello singolo, hanno giganteggiato al di là dei soliti statunitensi Taylor e Roderick, il sempre più sorprendente Benvenuti, mentre Zucca e Fattori sono tornati piacevolmente sui livelli del passato torneo. Tranne che accusare qualche scompenso nella frazione iniziale (28-21), Bergamo ha poi preso in modo graduale il sopravvento: 52-37; 78-52 nei successivi quarti.

«Che bello vedere – le parole di Attilio Belloli, neo consigliere al seguito della squadra - la prova dei ragazzi sempre determinati e al tempo stesso puntuali nel dettare i tempi delle giocate sotto l’aspetto tecnico e tattico».

Di 19 lunghezze il passivo della Remer (89-70 il finale) contro la capolista Virtus. Uno scarto che si commenta da sé. I trevigliesi per sperare devono esprimersi al meglio in qualsiasi occasione. Non è accaduto sul parquet della capitale, pertanto è inutile istruire processi: la gara ha visto i padroni di casa costantemente in vantaggio. Da salvare nella Remer il watusso Borra (12) in splendide condizioni e a malapena Roberts (11) e Pecchia (11) che ha giostrato, comunque, sotto l’effetto degli antibiotici a causa dell’influenza. Opachi gli altri, a cominciare da Nikolic (8) ben controllato dagli avversari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA