Dallo Shisha Pangma al Pik Pobeda Simone Moro nella storia dell’alpinismo

Dallo Shisha Pangma al Pik Pobeda
Simone Moro nella storia dell’alpinismo

Il re dell’inverno Simone Moro ha compiuto la sua ultima impresa. Insieme a Tamara Lunger ha conquistato la vetta del Pik Pobeda, in Siberia.

Freddo, talmente freddo da mandare in crisi perfino il termometro. L’ultima impresa di Simone Moro è di quelle da record: non per l’altezza scalata, non per i chilometri percorsi, bensì per le temperature rigide. Il Pik Pobeda, la montagna più fredda della terra, là in un punto sperduto della Siberia difficile da inquadrare sulle mappe. Per l’alpinista bergamasco è l’ennesima impresa nei mesi del «generale inverno». Qualcuno ha già definito Moro «il re degli invernali» ma lui non vuol sentire parlare di re. Ma in questo un fuoriclasse lo è davvero, tanto da essersi portato a casa anche il primato del maggior numero di ascensioni. Prima c’è stato lo Shisha Pangma, poi il Makalu, quindi in GII e infine il Nanga Parbat. Di quale vada più fiero, inutile dirlo, l’ultima avventura, perché il Nanga in invernale contava già una trentina di tentativi ed esserselo messo in tasca «ha fatto rumore ed è stato come aver scritto la storia». Nulla da togliere neppure per il Gasherbrum II, in terra pakistana, conquistato con l’amico Denis Urubko.

Ecco il video di Simone Moro ospite della trasmissione di BergamoTv «Via Novelli Social Club»

L’ultima impresa è stata molto diversa: veloce e senza soste: prima 12 chilometri con gli sci e le pelli per portarsi dalla capanna dei pastori alla base della più alta cima dei Monti Cerskij, poi la salita in vetta e infine il ritorno a bassa quota, dove sono stati poi recuperati dai pastori e riportati «a baita» (dicono così loro, gli alpinisti, e scriveva così pure Rigoni Stern quando raccontava del Don). La giornata di domenica si è conclusa per la coppia Moro-Lunger davanti al fuoco, in capanna. Da oggi c’è da guardare avanti, pensare al futuro. Che per l’uomo del freddo, l’alpinista bergamasco con il primato delle salite invernali, sarà forse una nuova cima da progettare.

In questa mappa interattiva abbiamo riassunto tutte le imprese invernali di Simone Moro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA