Giovedì 19 Giugno 2014

Italia-Costa Rica giocata coi numeri

In campo le teorie del prof Gambarelli

Russell Crowe in A Beautiful Mind

Sulla Teoria dei Giochi hanno persino costruito un film, «A Beautiful Mind», basato sulla storia di uno straordinario matematico americano, John Nash, il premio Nobel che a Bergamo ha un amico particolare: Gianfranco Gambarelli.

Bene: il professore bergamasco ha applicato la Teoria dei Giochi alla partita che la Nazionale italiana giocherà domani alle 18 ai Mondiali brasiliani, contro la Costa Rica.

Un esperimento, un gioco coi i numeri per analizzare le diverse possibilità tattiche a disposizione di Prandelli e Luis Pinto, i due commissari tecnici che domani si troveranno di fronte per contendersi la leadership del Girone D.

Il risultato dell’esperimento è del tutto logico: vista la situazione e il potenziale delle due squadre, a Prandelli conviene impostare una gara d’attacco, mentre Luis Pinto ha maggiori convenienze impostando una gara di contenimento.

Non resta che attendere ancora circa 24 ore e vedere cosa accadrà in campo: la partita può essere decisiva per il passaggio del turno, ma dipende anche da cosa accadrà oggi in Uruguay-Inghilterra, il match tra le deluse della prima giornata del girone.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 19 giugno 2014

© riproduzione riservata