L’Atalanta sarà ancora bella di notte? Serata di gala contro la Fiorentina

L’Atalanta sarà ancora bella di notte?
Serata di gala contro la Fiorentina

Sogni di gloria, una serata di gran gala, meritata per questo ottimo avvio di stagione dell’Atalanta. I nerazzurri fanno visita alla Fiorentina, alle 20,45 al Franchi, campo che tradizionalmente non porta bene ai colori bergamaschi, per il posticipo di lusso di questa giornata di campionato, prima della nuova sosta per le Nazionali.

Esattamente, sarà proprio uno dei test più attesi di questa settimana giornata: merito dei ragazzi di Reja, usciti sotto i fuochi d’artificio, dopo quelli fatti in campo, con la Sampdoria, che stanno stupendo per questo inizio di torneo. Un po’ il calendario ha dato una mano, come ha confermato il tecnico friulano in conferenza stampa: meglio mettere fieno in cascina subito, in attesa di incontrare le grandi.

I giocatori dell'Atalanta in festa per la vittoria sulla Sampdoria

I giocatori dell'Atalanta in festa per la vittoria sulla Sampdoria

Già il test di Firenze ci dirà della tenuta di Denis e compagni contro una grande squadra, perché la Fiorentina non vincerà lo scudetto, ma non è nemmeno la sorpresa di questo avvio, bensì una certezza da Champions League: cambiano gli uomini e i tecnici, ma in riva all’Arno si respira sempre gran calcio, come quello che sta insegnando Paulo Sousa, ex centrocampista dai piedi buoni e di grandi geometrie.

Grandi giocatori, solo per fare alcuni nomi Ilicic e Kalinic, a riposo in Europa League, senza dimenticare Borja Valero o Pepito Rossi, uno dei migliori italiani degli ultimi anni che vince la palma di più sfortunato per i numerosi infortuni. Nelle file viola c’è da valutare Roncaglia, in dubbio per un problema muscolare: se l’argentino non recupera è pronto Tomovic, mentre Gilberto è out.

In casa Atalanta come si fa a cambiare una formazione che ha espresso un gran calcio come contro la Sampdoria? Fuori Pinilla per Denis, Masiello rientra come esterno destro di difesa al posto dell’ottimo Bellini, mentre per il resto pare riconfermata la formazione che ha battuto i doriani. Giocatori come i difensori Cherubin e Stendardo, o Carmona e Cigarini scalpitano: nessuno problema secondo il tecnico Reja; l’Atalanta sta andando a mille, ci sarà bisogno di tutti. Confermati Paletta, Toloi e Dramè in difesa, a metà campo ancora De Roon, Kurtic e Grassi, che dovrebbe vincere il ballottaggio con Carmona, rientrato in gruppo negli ultimi giorni. È proprio la faccia del ragazzo cresciuto a Zignonia il simbolo di questa Atalanta: sempre all’attacco su grandi ritmi, sprecando magari troppe energie, ma giocando con il cuore.

I due probabili schieramenti

FIORENTINA (3-4-2-1): Tatarusanu;4 Tomovic, 2 G.Rodriguez, 13 Astori; 16 Blaszczykowski, 8 Vecino, 5 Badelj, 28 Alonso; 72 Ilicic, 20 Borja Valero; 9 Kalinic. In panchina: 33 Sepe, 24 Lezzerini, 32 Roncaglia, 18 Suarez, 14 M.Fernandez, 21 Verdù, 10 Bernardeschi, 11 Rebic, 22 Rossi, 30 Babacar. All. Sousa

ATALANTA (4-3-3): 57 Sportiello; 5 Masiello, 29 Paletta, 3 Toloi, 93 Dramé; 15 De Roon, 88 Grassi 27 Kurtic; 11 Moralez, 19 Denis, 10 Gomez. In panchina: 30 Bassi, 1 Radunovic, 33 Cherubin, 24 Conti, 2 Stendardo, 77 Raimondi, 6 Bellini, 8 Migliaccio, 17 Carmona, 21 Cigarini , 7 D’Alessandro, 45 Monachello. All: Reja

Arbitro: Massa di Imperia.

Simone Masper


© RIPRODUZIONE RISERVATA