Mercoledì 05 Febbraio 2014

Marino: «Estigarribia la certezza

Bentancourt è una scommessa»

Ruben Betancourt

Marcelo Estigarribia una certezza, Ruben Bentancourt una scommessa. Così si potrebbe sintetizzare la presentazione ufficiale dei due nuovi nerazzurri avvenuta questa mattina a Zingonia alla presenza del dg Pierpaolo Marino.

Il centrocampista paraguayano, arrivato in prestito dal

Chievo Verona fino al 30 giugno, in questa stagione ha totalizzato 16 presenze in serie A e una presenza in Coppa Italia.

«Mi hanno sempre parlato bene dell’Atalanta - ha esordito Estigarribia -, soprattutto Barreto che ora è al Palermo. Spero che questa esperienza mi faccia fare un salto di qualità. Posso giocare sia a destra che a sinistra. E con Maxi Moralez ho peraltro già giocato in Argentina. Spero di giocare il piuù possibile e punto a rimanere a Bergamo».

E l’Estigarribia privato? «La mia passione è tutta per mia figlia Giuliana. Sono molto religioso, come lo è il mio paese, la mia famiglia. Ogni tanto leggo anche la Bibbia».

Ruben Daniel Bentancourt, giovane attaccante classe ’93 in forza al PSV Eindhoven e nazionale under 21 dell’Uruguay, confida invece di imparare molto da German Denis. A chi lo paragona a Cavani dice «Abbiamo un solo punto in comune, la città di nascita, Salto. Mi piacciono Cavani, Falcao, Suarez, ma penso a me stesso. Sono un 9 d’area e conto di poter giocare»

«E’ patrimonio nostro - ha detto Marino a proposito del giovane -, è una scommessa. Non carichiamolo di aspettative. Fra l’altro sta attraversando un brutto momento per la perdita della madre, stiamogli vicino».

© riproduzione riservata