Migliaccio record: fuori dopo 32 secondi Le espulsioni più veloci della storia  - Video
L’espulsione di Migliaccio (Foto by Paolo Magni)

Migliaccio record: fuori dopo 32 secondi
Le espulsioni più veloci della storia - Video

Espulsione lampo per Migliaccio durante la partita Atalanta-Palermo del 6 dicembre: 32 secondi, è la più veloce dell’ultimo decennio in Serie A. Ecco tutti (o quasi) i cartellini rossi più veloci della storia, in Italia e all’estero.

De Sciglio - 43 secondi
Il milanista De Sciglio a maggio 2015 è stato cacciato dopo 43 secondi per aver atterrato in area il napoletano Hamsik.

Berardi - 48 secondi
Un’esperienza simile a quello vissuta da Migliaccio l’ha provata nel marzo 2014 Domenico Berardi, espulso dopo 48 secondi dall’ingresso: al 26’ della ripresa il giocatore del Sassuolo entrò in campo contro il Parma e senza nemmeno aver toccato palla reagì con una gomitata al calcetto di Molinaro sotto gli occhi dell’arbitro Tagliavento.

Domenico Berardi

Domenico Berardi

Lorenzo - 10 secondi
Restano comunque insuperabili i 10 secondi di gioco di Giuseppe Lorenzo prima del suo allontanamento durante Parma-Bologna del 6 dicembre 1990. Mandato in campo nella ripresa, il giocatore rossoblu colpì Apolloni al volto con una gomitata in area, in attesa della battuta del calcio d’angolo.

Batista - 55 secondi
Guardando al calcio estero, l’espulsione più veloce nella storia della Coppa del Mondo è invece di Jose Batista: 55 secondi durante Uruguay-Scozia al Campionato del Mondo del 1986 in Messico.

Oliveira - 50 secondi
Nel 1999, durante un Reggina-Cagliari, Lulu Oliveira uscì dopo 50 secondi per un durissimo intervento ai danni di Pralija.

Gerrard - 38 secondi
È durata invece 38 secondi la partita di Steven Gerrard, capitano del Liverpool, durante l’incontro del 22 marzo 2015 con il Manchester United: nel secondo tempo si è fatto espellere per un pesante fallo di reazione su Herrera.

Bernal - 24 secondi
In Coppa Libertadores, un anno e mezzo fa, il colombiano Alejandro Bernal si beccò il cartellino rosso dopo 24 secondi dall’inizio dell’incontro che opponeva il suo Atletico di Medellin con gli uruguaiani del Nacional Montevideo. Un pestone sulla caviglia dell’avversario nell’area di centrocampo.

Zadkovich - 15 secondi
Peggio fece un anno fa il centrocampista Ruben Zadkovich in una gara del campionato australiano: entrato al 60’ sul punteggio di 2-0 per la sua squadra (i Perth Glory) contro i Wellington Phoenix, atterrò un rivale con una scivolata, beccandosi il cartellino rosso dopo soli 15 secondi.

Pressman - 13 secondi
Kevin Pressman, portiere dello Sheffield, venne invece espulso dopo 13 secondi durante il match del 2000 contro il Wolverhampton per aver toccato la palla fuori dall’area di rigore dopo 13 secondi.

Zè Carlos - 12 secondi
Il giocatore del Cruzeiro Zè Carlos, in una partita del 2009 contro l’Atletico Mineiro è rimasto in campo solo 12 secondi a causa di una manata in faccia all’avversario.

Edwards - 9 secondi
Più veloce ancora Preston Edwards
, portiere dell’Ebbsfleet United, nel match di Conference South fra Ebbsfleet United e Farnborough è stato espulso dopo 9 secondi per aver atterrato un avversario lanciato a rete.

Djiehoua - 7 secondi
Nel 2013 nel match della seconda divisione greca tra l’Olympiakos Volou il Glyfada, al minuto 82, l’ivoriano Djiehoua entra sul terreno di gioco e ne esce 7 secondi dopo con l’accusa di aver colpito un avversario con una gomitata al volto.

Pratt - 3 secondi
Nel 2008, durante la partita Chippenham Town-Bashley, David Pratt, calciatore inglese dilettante, viene espulso dopo soli 3 secondi dal fischio di inizio per un «tackle assassino» nei confronti dell’avversario Chris Knowles.


© RIPRODUZIONE RISERVATA