Spalletti: «A Bergamo gara aperta Atalanta quadrata e Reja pragmatico»

Spalletti: «A Bergamo gara aperta
Atalanta quadrata e Reja pragmatico»

«A Bergamo penso sarà una gara differente rispetto a quella col Bologna. Mi aspetto una partita aperta». Così il tecnico della Roma, Luciano Spalletti, alla
vigilia della trasferta contro l’Atalanta».

«L’Atalanta è una squadra quadrata, che tenta di usare le sue qualità, e poi Reja è un allenatore bravo e pragmatico, che sa sempre tirare fuori il meglio dai suoi giocatori» sottolinea l’allenatore giallorosso, per nulla preoccupato dall’orario del fischio d’inizio della sfida: «Per noi è ottimale giocare alle 12,30 visto che è l’orario in cui ci alleniamo. A volte è più insolito giocare alle 15. E comunque quando ho allenato in Russia mi hanno insegnato che bisogna giocare a qualsiasi ora e con qualsiasi temperatura, e penso sia una cosa da prendere e trasferire anche nel nostro campionato. Dobbiamo essere bravi e pronti sempre, a tutte le ore».

Super favorevole alla moviola in campo, che da settembre verrà testata sui campi italiani, ma anche a ulteriori innovazioni nel regolamento. Spalletti guarda al futuro e suggerisce alcune novità che potrebbe migliorare nel prossimo futuro il gioco del calcio. «Il via libera alla sperimentazione della moviola in campo? Finalmente, sono d’accordissimo. È giusto che le squadre abbiano ciò che hanno meritato durante la partita - le parole del tecnico della Roma -. Io ci metterei anche qualcosa in più, tipo il tempo effettivo perché non se ne può più... Nell’ultima partita ad esempio il possesso palla è stato 70% Roma, 15% Bologna, e 15% Mirante (il riferimento è alla perdita di tempo del portiere rossoblu, ndr). E per la bellezza dello spettacolo ci vogliono 5 sostituzioni invece che 3. Per me quindi il minimo è avere moviola, 5 cambi e tempo effettivo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA