A scuola si piange la piccola Yuqi  «Il pensiero va anche a Mamadou»

A scuola si piange la piccola Yuqi
«Il pensiero va anche a Mamadou»

«Siamo tutti molto colpiti. Ancora non ci rendiamo conto di quanto accaduto. Il cordoglio di tutta la scuola verso la famiglia di Yuqi è massimo». Sono queste le prime parole del dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo di Verdellino-Zingonia Eugenio Mora alla notizia della morte di Yuqi Jin.

La ragazzina cinese di 9 anni è morta domenica pomeriggio a Zingonia, in corso Asia 11, dopo essere caduta dalla finestra dell’appartamento al quarto piano dove viveva con la famiglia. Yuqi frequentava la quarta della scuola elementare di Zingonia.

Una tragedia del genere l’istituto comprensivo di Verdellino-Zingonia aveva già dovuto affrontarla nell’ottobre 2015 quando un altro suo studente, Mamadou Fall, ragazzino senegalese di 10 anni, era precipitato dal balcone dell’appartamento all’ottavo piano di uno dei condomini de Le 4 torri dove viveva con la famiglia: «Quando ha saputo di Yuqi ho pensato subito a Mamadou –afferma ancora Mora – mi sembra di rivivere quel momento». Il preside ha ben presente in mente chi fosse Yuqi Jin: «Si era inserita facilmente in classe: era intelligente, sveglia e aveva un carattere forte. Ogni volta che la incontravo ci tenevo ad avere con lei uno scambio di saluti. Quanto accaduto lascia davvero senza parole».

Lunedì mattina, 20 maggio, le classi quarte della scuola della bambina sono state riunite per un momento di rielaborazione e riflessione libera. Nel frattempo il sindaco di Verdellino ha deciso di sensibilizzare gli amministratori condominiali affinche si verifichino i parapetti di edifici di vecchia costruzione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA