Prostituzione, armi e spaccio di droga Chiuso un night club di Cologno al Serio
Un carabiniere durante una perquisizione nel locale ora sotto sequestro

Prostituzione, armi e spaccio di droga
Chiuso un night club di Cologno al Serio

Droga, prostituzione, armi e furti. Un’operazione dei carabinieri di Treviglio si è concentrata in un locale notturno di Cologno al Serio.

Un night club di Cologno al Serio, l’«Occhio di Ra», è stato chiuso la notte scorsa dai carabinieri di Treviglio, al culmine di un’indagine che ha portato all’iscrizione nel registro degli indagati di 10 persone, accusate a vario titolo di favoreggiamento aggravato della prostituzione, spaccio di sostanze stupefacenti, porto illegale di armi da fuoco e furti in abitazione.

Il locale, aperto da 7 anni e già teatro in passato di una sparatoria all’esterno, è stato posto sotto sequestro preventivo. Il gestore, C. F., 50 anni, di Cavernago, ex agente di polizia penitenziaria, è stato portato in carcere, la sua collaboratrice G. M., 26 anni, è ai domiciliari, mentre F. C., 38 anni, è stato colpito dall’obbligo di dimora notturno. Altre 7 persone, tra italiani, albanesi e romeni, sono stati indagati a piede libero nell’ordinanza del gip Marina Cavalieri, su richiesta del pm Fabio Pelosi.

L’operazione ha visto in azione i carabinieri della compagnia di Treviglio e della stazione di Urgnano, che da due anni tenevano d’occhio il locale. L’indagine era partita dopo l’omicidio di un giovane albanese, Vorfi Arben, ventinovenne ucciso in un’abitazione di Treviglio nel novembre del 2015. Indagando su quel caso – il cui presunto autore, un connazionale, era poi rimasto ucciso in provincia di Monza – i carabineri sono risaliti ai presunti traffici di prostitute e di droga nel locale di Cologno al Serio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA