Stavano andando a casa in bici dopo le giostre Osio Sotto, in tre li rapinano: fermato 20enne

Stavano andando a casa in bici dopo le giostre
Osio Sotto, in tre li rapinano: fermato 20enne

Aveva rapinato, insieme ad altri due giovani, un ragazzo minorenne che era con degli amici, a Osio Sotto. È stato individuato e fermato dai Carabinieri di Treviglio.

Nella tarda serata di giovedì 13 agosto i Carabinieri della Sezione Radiomobile del Norm della Compagnia di Treviglio hanno rintracciato e fermato un extracomunitario resosi responsabile con altri due giovani di colore di una rapina in danno di un minore.

Il 20enne, di nazionalità senegalese, pregiudicato per reati specifici, aveva avvicinato un gruppo di ragazzi minorenni che, dopo esser stati alle giostre di Osio Sotto, stava facendo rientro a casa in bicicletta percorrendo via Papa Giovanni XXIII. Lì, poco prima del cavalcavia autostradale, il 20enne è stato raggiunto dagli altri due extracomunitari che gli hanno dato manforte, minacciando tre minori affinchè gli consegnassero il denaro in loro possesso.

Una delle vittime, intimorita e in possesso di soli dieci euro, ha consegnato il contenuto del suo portafogli all’extracomunitario che tra l’altro lo ha minacciato di morte, dicendo al minre di avere con sè una pistola.

I ragazzi, spaventati, hanno poi contattato i genitori con i quali hanno sporto denuncia. Le immediate ricerche avviate in zona dai militari dell’Arma e la precisa descrizione dell’abbigliamento di uno dei giovani autori della rapina - un gilet nero, una t-shirt bianca e una bandana rossa -, hanno consentito ai carabinieri di rintracciare il giovane.

Il rapinatore è stato deferito all’Autorità giudiziaria per rapina e rimesso in libertà. Visti i diversi precedenti specifici del ragazzo, gli investigatori dell’Arma di Treviglio stanno svolgendo ulteriori accertamenti per accertare l’eventuale compatibilità del modus operandi con altri reati simili avvenuti negli ultimi mesi nella stessa zona.


© RIPRODUZIONE RISERVATA