Anche a Bergamo il  Capodanno cinese Sarà festeggiato per la prima volta
La locandina del Capodanno cinese allo Spazio Polaresco

Anche a Bergamo il Capodanno cinese
Sarà festeggiato per la prima volta

Sabato 25 e domenica 26 gennaio lo Spazio Polaresco ospita le celebrazioni per il nuovo anno: laboratori per bambini e adulti, spettacoli, proiezioni, degustazioni e musica, il pranzo di Capodanno, la Danza del Dragone e del Leone. Qui tutto il programma.

Sabato 25 e domenica 26 gennaio lo Spazio Polaresco ospita per la prima volta a Bergamo le celebrazioni per il Capodanno cinese, che per il 2020 dà l’avvio all’anno del Topo. Una due giorni che si aprirà sabato con laboratori per bambini e adulti, spettacoli, proiezioni, degustazioni e musica, e proseguirà domenica con il Grande pranzo di Capodanno – alle 12,30 su prenotazione –, con la Danza del Dragone e del Leone che avrà luogo lo stesso giorno con partenza dallo Spazio Polaresco alle ore 15. Il weekend di festeggiamenti si concluderà con esibizioni musicali e spettacoli dedicati alla Cina e alle sue tradizioni.

L’evento è promosso dalla Cooperativa Doc Servizi, che gestisce Spazio Polaresco, l’Associazione culturale cinese Bergamo e la Scuola di cinese – e grazie al prezioso aiuto di Angelica Cukon, traduttrice e conoscitrice della cultura cinese – con la partecipazione del Comune di Bergamo e Bergamo per i giovani. I festeggiamenti del Capodanno cinese a Bergamo nascono dal desiderio di Spazio Polaresco e di alcune realtà cinesi del territorio di portare anche in città, come avviene a Milano ormai da diversi anni, i festeggiamenti di uno dei momenti più significativi della propria cultura: il Capodanno. In particolare, l’Associazione cinese Bergamo è la prima realtà nata dalla comunità dei cinesi nel nostro territorio e con un preciso fine culturale e di diffusione delle proprie tradizioni.

Il Capodanno cinese, diverso dal Capodanno europeo, segna l’inizio di un nuovo anno zodiacale e anche di un nuovo ciclo di vita e di lavoro. Nel 2020 – precisamente il 25 gennaio – si passa dall’anno del Maiale all’anno del Topo, che è anche il primo segno tra i 12 che compongono lo Zodiaco cinese. Questo si assegna in base all’anno di nascita, seguendo il calendario lunare tradizionale, secondo il quale l’anno non inizia il primo gennaio, ma con la Festa di primavera o Capodanno cinese. La data, che cambia ogni anno, cade tra fine gennaio e fine febbraio.

La locandina dell’evento

La locandina dell’evento

L’origine del Capodanno cinese viene fatta risalire a una leggenda lontana, secondo cui in un tempo antico viveva in Cina il mostro chiamato Nián (la parola cinese che indica il Nian ha anche il significato di anno). Il Nián era solito vivere negli abissi marini da cui emergeva solo una volta ogni 12 mesi, in occasione del Capodanno cinese, per andare a caccia di umani. La leggenda narra che il mostro aveva solo due punti deboli: la paura del rosso e i rumori forti. Per questo motivo il rosso è diventato il colore del Capodanno cinese (e dell’occhio del drago) e la tradizione prevede molte attività «rumorose» come canti, balli, musica, fuochi d’artificio e petardi. I festeggiamenti durano due settimane: si parte con la vigilia a cui segue la Festa di primavera, corrisponde con il primo giorno del primo mese lunare, e si chiude con la Festa delle lanterne al quindicesimo giorno. Nella tradizione cinese, nei giorni del Capodanno le persone trascorrono il loro tempo in famiglia, visitando i parenti e scambiandosi doni e auguri. Migliore sarà il tempo della festa e del riposo, più prosperò sarà il nuovo ciclo.

Il Capodanno cinese allo Spazio Polaresco prevede diverse attività e workshop volte alla diffusione della cultura e delle tradizioni tipiche di questo popolo: dalla scrittura dell’ideogramma cinese, all’arte del ritaglio della carta cinese, alla disciplina del wushu e ai vestiti tradizionali, passando per la preparazione dei tipici ravioli Jiaozi e dalla Cerimonia del tè con degustazione di dieci tipologie diverse. Oltre a questo, sono previste diverse esibizioni di musica e canto, aperitivi e la proiezione di un film. Ogni attività è proposta e realizzata grazie ai tanti partner coinvolti: Wushu Cus Bergamo, Longhui International Wushu Academy, Italy Lion And Dragon Dance, Compagnia Teatrale True Colors, Lino Lin, Associazione culturale Essi Vivono, Moon The, Gong Fu Cha Aps, Sakura China&Japan restaurant. Sostengono le celebrazioni: Sakari Restaurant, Steak Restaurant Club e Imiberg.

La parata del Dragone e la Danza del Leone saranno presenziate da Loredana Poli, assessore del Comune di Bergamo in rappresentanza dell’autorità locale, cui verrà conferito il ruolo simbolico di dar vita al dragone dipingendone gli occhi: «Un drago senza occhi dipinti è un drago senza vita. Solo nel momento in cui i suoi occhi si colorano il dragone prende vita». Nella cultura cinese il Drago è l’animale più sacro, considerato amichevole e provvidenziale, simbolo di lunga vita, fortuna e assunto come emblema dell’Imperatore; simbolo di forza e benevolenza. Anche Bergamo quest’anno avrà il suo primo Capodanno cinese e il desiderio degli organizzatori è che possa diventare un appuntamento annuale fisso, con lo scopo di far meglio conoscere la cultura cinese e fornire alla folta comunità presente nella Bergamasca un’occasione di partecipazione attiva attraverso un evento multiculturale e di crescita per tutto il territorio.

IL PROGRAMMA

Tutti gli eventi hanno luogo presso lo Spazio Polaresco, in via del Polaresco 15 a Bergamo

SABATO 25 GENNAIO

Dalle 15 alle 18: laboratori per bambini; scrittura ideogramma cinese; manifattura ( petardi Bian Pao/Dragone); ritaglio (l’arte del ritaglio della carta cinese); wushu (prova gratuita della disciplina cinese); disegno (la maschera tipica cinese ); Indossiamo i vestiti tradizionali (style cinese Tang Zhuang). Ingresso senza prenotazione, costo 5 euro a bambino;

Ore 16, 17 e 18: laboratorio di preparazione Jiaozi (ravioli cinesi), solo per adulti. Ingresso su prenotazione, costo 5 euro a persona;

Ore 16 e 17,30: cerimonia del tè con degustazione, solo per adulti. Ingresso su prenotazione, costo 5 euro a persona;

Dalle 19 alle 21: aperitivo con specialità della cucina cinese (la consumazione è a pagamento);

Ore 21: proiezione del film «Grosso guaio a Chinatown», di John Carpenter. Ingresso libero.

DOMENICA 26 GENNAIO

Ore 12,30: pranzo di Capodanno. ingresso su prenotazione, costo 25 euro a persona (menu completo, bibite escluse);

Ore 15: Danza Del Dragone & Danza Del Leone, partenza da Spazio Polaresco (in caso di maltempo la sfilata si svolgerà all’interno dello Spazio Polaresco);

Dalle 16 alle 17,30: esibizioni musicali e spettacoli In Auditorium;

Dalle 17,30: aperitivo di festeggiamento e esibizione musicale di Lino Lin (la consumazione è a pagamento).

Per informazioni e prenotazioni dei workshop e del pranzo di Capodanno: pagina Facebook di Spazio Polaresco; telefono: 393/81.45.908 oppure 035/42.43.941; mail: polaresco@docservizi.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA