Aumento dell’Iva, rincari per le famiglie A Bergamo stangata da oltre 300 milioni

Aumento dell’Iva, rincari per le famiglie
A Bergamo stangata da oltre 300 milioni

Il ritocco dell’imposta vale 658 euro in più per le famiglie lombarde. Scatta l’ira dei consumatori: «Altro che accise giù, alla fine pagano sempre i cittadini».

Quando si parla di «disinnescare» l’aumento dell’Iva non c’è verbo migliore per descrivere gli effetti dell’aumento dell’imposta, una bomba a orologeria nel portafoglio degli italiani. Secondo le prime stime si parla di 658 euro anno in più per le famiglie lombarde. Qualcosa come oltre 300 milioni di euro in più all’anno solo in provincia di Bergamo.

Non sono ipotesi campate in aria: il rincaro è scritto nero su bianco nel Documento di economia e finanza e confermato dalle parole del ministro dell’Economia, Giovanni Tria nonostante la netta contrarietà dei vice premier, Matteo Salvini e Luigi Di Maio. «La legislazione vigente in materia fiscale è confermata – ha spiegato in commissione il titolare dell’Economia – in attesa di definire, nei prossimi mesi, misure alternative». Quanto vale, in media, per le famiglie italiane? Siamo ancora nel campo delle ipotesi, ma sono molti gli studi che simulano le conseguenze di questo provvedimento. «Il Sole 24 Ore» ha preso in considerazione l’ultima spesa familiare nella fotografia realizzata da Istat e ha analizzato gli effetti territoriali. Sono le famiglie lombarde le più colpite con un aumento di 658 euro all’anno.

Partecipa anche tu al sondaggio sull’Ambiente che la nostra rivista
Leggi di più su «L’Eco di Bergamo» in edicola venerdì 19 aprile oppure acquistando a 0,99 euro la copia digitale del quotidiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA