Bambina azzannata dal cane dei nonni Gravissima, trasferita al Papa Giovanni

Bambina azzannata dal cane dei nonni
Gravissima, trasferita al Papa Giovanni

Una bambina di un anno e 10 mesi è stata azzannata alla testa da un cane. Secondo Ansa è accaduto a Cividate Camuno, in Valle Camonica, nel Bresciano.

La bambina stava giocando nel giardino della casa dei nonni quando è stata aggredita da un cane di razza boxer, di proprietà degli stessi nonni. Le sue condizioni sono apparse immediatamente gravissime ed è stata trasportata all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Durante il trasferimento la bambina avrebbe accusato, secondo Ansa, un arresto cardiaco e ora le condizioni sono definite disperate.

L’aggressione è stata molto violenta la bambina aveva già perso molto sangue quando i genitori, presenti anche loro in casa, sono intervenuti per allontanare l’animale e riuscire a soccorrerla. La piccola è stata prima portata all’ospedale di Esine e poi, vista le condizioni - definite drammatiche - , trasferita in elisoccorso all’ospedale di Bergamo.

A Bergamo è subito andata l’intera famiglia della piccola e i carabinieri che indagano ancora non sono riusciti a capire come siano andati con esattezza i fatti e che cosa possa aver fatto diventare improvvisamente violento l’animale. Il boxer è di proprietà del nonno della bambina e secondo le prime testimonianze sembra che mai avesse avuto atteggiamenti aggressivi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA