Bergamo e il commercio cittadino Le posizioni dei candidati sindaco

Bergamo e il commercio cittadino
Le posizioni dei candidati sindaco

Gori scommette anche sul ruolo trainante del centro e sulla tecnologia; Stucchi è contro l’abusivismo e a favore della disciplina della grande distribuzione. Anesa è a favore dei negozi di vicinato e Macario rilancia sui diritti dei lavoratori. Si possono riassumere così le ricette dei candidati sindaco di Bergamo in ambito commerciale.

In particolare «salvaguardia e promozione dei negozi di vicinato» è uno dei cavalli di battaglia di Giacomo Stucchi e del centrodestra, con l’impegno «a disciplinare la presenza invadente della grande distribuzione affinché questa non diventi soffocante per i piccoli negozi di quartiere». Posizione condivisa, in parte, anche dall’uscente Giorgio Gori candidato del centrosinistra. Che da un lato punta a «rafforzare gli insediamenti commerciali all’interno dei quartieri, costituiti da negozi di vicinato e in alcuni casi da medie strutture» e dall’altro a «rafforzare l’attrattività del centro di Bergamo come centro commerciale naturale».


Approfondisci di più l’argomento con la posizione dei candidati a Bergamo acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 10 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA