Bergamo, novità per 2mila avvocati Accesso alla banca dati dell’anagrafe

Bergamo, novità per 2mila avvocati Accesso alla banca dati dell’anagrafe

Da mercoledì 16 ottobre gli oltre 2000 avvocati di Bergamo potranno accedere alla banca dati dell’anagrafe di Bergamo direttamente dal proprio studio: si semplifica quindi la vita per i professionisti della città grazie al lungo lavoro del Comune di Bergamo e dell’Ordine degli Avvocati di Bergamo.

Zero code agli sportelli per gli studi legali, code ulteriormente snellite agli sportelli di piazza Matteotti.

«Per l’Amministrazione – spiega Giacomo Angeloni, Assessore all’innovazione del comune di Bergamo - questo è un passo fondamentale in un’ottica di semplificazione e accelerazione delle procedure: avevamo già avviato questo tipo di iniziativa con i Notai della città, ora la estendiamo a oltre 2000 professionisti degli studi legali della città, consentendo loro di poter ottenere informazioni e certificati per i propri assistiti in tempi molto più brevi e senza alimentare le code agli sportelli. Tra un anno, saremo in grado di comprendere quante persone in meno si sono recate a Palazzo Uffici e quanto tempo è stato risparmiato con questa semplice ma importante soluzione.»

«Questa iniziativa non solo consente di evitare agli avvocati di presentarsi agli sportelli del Comune – sottolinea Francesca Pierantoni – ma anche di poter notificare gli atti in modo molto più preciso, visto che spesso i destinatari di notifica cambia residenza e complica notevolmente tempi e procedure. È un servizio comodo, utile, che attendevamo da diverso tempo: un servizio che riteniamo molto importante per la categoria visto che gli avvocati bergamaschi sono infatti oltre 2000 ed è particolarmente rilevante che da oggi possano accedere ai dati dell’anagrafe direttamente dal proprio studio.»


© RIPRODUZIONE RISERVATA