Cartolandia, festa per 1.200 bimbi Piccoli giornalisti web con L’Eco
La festa di chiusura di Cartolandia al centro commerciale «Le Due Torri» (Foto by Frau)

Cartolandia, festa per 1.200 bimbi
Piccoli giornalisti web con L’Eco

Il concorso de L’Eco di Bergamo ha portato nelle scuole la media education: ecco i vincitori del concorso.

La gioia dei bambini, gridata a gran voce, ha accompagnato sabato 13 aprile la conclusione della 27esima edizione di Cartolandia. Ancora una volta il concorso de L’Eco di Bergamo ha portato nelle scuole di Bergamo e provincia la media education attraverso due laboratori distinti dedicati al tema «Le bellezze del nostro territorio: storie, luoghi e persone». Tutti i partecipanti hanno prodotto un elaborato e il concorso di Cartolandia ha decretato i progetti migliori. Proprio le due classi che si sono distinte per originalità e completezza sono state premiate al Centro Commerciale Le Due Torri. Si tratta della Scuola dell’Infanzia Statale di San Giovanni Bianco per il laboratorio «Piccoli progettisti» e le classi 5^A e 5^B della Scuola Primaria «Gianni Rodari» dell’Istituto Comprensivo Cesare Battisti di Seriate per il laboratorio «Giornalismo web». A entrambi è andato il premio di 350 euro da spendere all’interno dello shopping center di Stezzano, una gift card a disposizione delle insegnanti e della scuola da investire nelle attrezzature migliori e più utili per le esigenze didattiche. Non solo, il centro commerciale Le Due Torri, attraverso il direttore Roberto Speri, ha assicurato un buono di 80 euro da utilizzare con le stesse modalità anche a tutte le altre scuole che hanno partecipato all’iniziativa. Sono in totale 52 gli istituti coinvolti da questa edizione di Cartolandia: 23 dell’infanzia, 24 primarie e 5 secondarie inferiori, per un totale di quasi 1.200 bambini coinvolti.

Un premio per tutti, dunque, così com’è nello spirito della giornata conclusiva di Cartolandia che a tutti i bambini presenti ha regalato un vero e proprio spettacolo di micromagia con il mago Celestino, esperto «domatore di bambini» capace di far apparire come d’incanto bellissimi disegni colorati da un libro bianco. Non solo magia, anche tanta musica e balli scatenati nella mattina di Cartolandia, con la baby dance di Federica della scuola di danza Ejoie e la merenda offerta a tutti i bambini da Lactis. Per tutto il week end, inoltre, nella galleria centrale dello shopping center sarà possibile ammirare la mostra con i cartelloni e i plastici realizzati dai bambini, mentre domenica 14 aprile, nel pomeriggio, dalle 15 alle 19, saranno organizzati da Cartolandia laboratori gratuiti di lavorazione della creta per tutti i bambini.

Tra i lavori esposti anche «Tutti a casa di Arlecchino», il villaggio realizzato dalle bimbe della scuola dell’infanzia di San Giovanni Bianco che si sono aggiudicate il premio della sezione «Piccoli progettisti». È la maestra Milena Bonzi a spiegare come è nata l’idea: «Attraverso la vecchia mulattiera dalla nostra scuola raggiungiamo in soli 15 minuti di cammino il borgo di Oneta, da quella gita è partito tutto il progetto». La maestra racconta del silenzio di quel giorno e dell’atmosfera speciale della casa di Arlecchino che ha colpito le sue piccole alunne: «Ci siamo messe a cercare Arlecchino in ogni via e in ogni luogo nascosto del borgo. Non lo abbiamo trovato ma tornate in aula abbiamo iniziato a immaginare la sua casa». Poco prima, la classe aveva ricevuto la visita dell’operatore di Promoscuola che ha mostrato loro come utilizzare la creta per realizzare il loro progetto. Il laboratorio proposto, infatti, chiedeva di realizzare un plastico di uno o più edifici o zone del paese da valorizzare e far conoscere. È così che le piccole alunne hanno costruito prima le case, poi i tetti con le tegole colorate di rosso, infine le cataste di legna appoggiate a terra, ricreando il clima ideale di un borgo d’altri tempi.

In galleria trova spazio anche una selezione degli articoli prodotti dai ragazzi del laboratorio «giornalismo web». L’attività, dedicata ai bambini dalla terza elementare in sù, chiedeva loro di realizzare una pagina web/blog che raccontasse alcune storie, con descrizioni ed immagini di aspetti significativi del loro paese o città. A ritirare il premio in questo caso è stata una piccola delegazione dei ragazzi di quinta della scuola primaria «Gianni Rodari» di Seriate che hanno ricevuto il maxi assegno dalle mani di Stefano Bonato, responsabile area affari Bergamo di Banco BPM, che ha sottolineato: «Il laboratorio di giornalismo web ci ha visto piacevolmente coinvolti perché guarda al futuro mantenendo vive alcune tappe fondamentali della storia del nostro territorio». Dopo la premiazione, l’appuntamento a tutti è stato dato con la prossima edizione di Cartolandia, che promettere di tornare a settembre per coinvolgere sempre più istituti nel racconto della provincia Bergamasca, alla scoperta di forme nuove e coinvolgenti di narrazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA