Castione, si sentono male in vacanza Notte da incubo per 27 bambini
Carabinieri nella struttura di Dorga che ospitava i bimbi che si sono sentiti male (Foto by Giuliano Fronzi)

Castione, si sentono male in vacanza
Notte da incubo per 27 bambini

Malore per una comitiva di bambini tra i 7 e gli 11 anni dell’oratorio di Adrara San Martino che erano in vacanza in una struttura privata a Dorga. Nella serata di sabato 4 gennaio hanno accusato nausea, vomito e forte mal di testa.

Il 112 è stato chiamato verso mezzanotte quando i bambini hanno cominciato ad accusare i classici sintomi da intossicazione: nausea, vomito e forte mal di testa. I 27 bambini - di età tra i 7 e gli 11 anni - erano accompagnati da 6 animatori, erano giunti a Castione per trascorrere tre giorni sulle nevi del Pora nel campo scuola annuale.

I ragazzi dell’oratorio di Adrara San Martino si sono sentiti male poche ore dopo la cena. Ancora non si conosce il motivo de malore generalizzato e sono in corso degli accertamenti. L’iniziale ipotesi che potesse essere stato un problema all’acqua del rubinetto non ha trovato riscontri, come sottolinea Uniacque in una nota: «I controlli effettuati in data odierna non hanno dato alcun riscontro in termini di contaminazione dell’acqua: gli impianti sono regolarmente funzionanti e i processi di disinfezione dell’acqua non hanno registrato malfunzionamenti. Il bacino idrico che serve la struttura dove i ragazzi erano ospitati fornisce acqua all’intera frazione di Dorga nonché a un territorio ben più esteso (circa 500 utenze); ulteriori prelievi effettuati presso altri punti di fornitura sul territorio, unitamente all’assenza di segnalazioni di altri fatti simili in zona, portano a escludere con certezza qualsiasi contaminazione dell’acqua servita. Le cause del malore sono dunque da ricercare in altre problematiche ancora in fase di accertamento» ha specificato Uniacque.

Nessuno fortunatamente era in gravi condizioni, ma il 118 ha dovuto organizzare un vero e proprio intervento di maxi emergenza visto il numero ingente di persone colpite, allertando le varie associazioni di soccorritori sul territorio tra cui la Croce Blu di Gromo, i Volontari della Presolana e i volontari della Croce Verde di Colzate che sono intervenuti anche con dei pulmini per trasportare in ospedale i bambini e gli accompagnatori.

L’intervento della Croce Blu a Dorga

L’intervento della Croce Blu a Dorga
(Foto by Giuliano Fronzi)

Nulla di grave, dunque, ma un grande spavento per tutta la comitiva. I bambini sono stati distribuiti nei vari ospedali della provincia, Papa Giovanni, Seriate, Alzano Lombardo e qualcuno anche a Esine.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 6 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA