Ciclista investito e ucciso a Modena Individuato camionista pirata a Bergamo

Ciclista investito e ucciso a Modena
Individuato camionista pirata a Bergamo

Dopo cinque giorni è stato identificato il camionista che ha travolto e ucciso venerdì mattina il 46enne marocchino, investito a Modena. Si tratterebbe di un autotrasportatore di 54 anni che lavora per un’azienda della Bergamasca e che risiede nella nostra provincia.

La vittima percorreva una strada di Modena e, sul ponte di Sant’Ambrogio, sulla via Emilia est, sarebbe stato travolto mortalmente. L’autotrasportatore, dalle informazioni raccolte, potrebbe non essersi accorto di quanto accaduto.

La polizia stradale di Modena, con indagini coordinate dal pm Lucia De Santis, ha individuato il camion «pirata» a Bergamo. La Polstrada, comandata da Enrico Tassi, si è posizionata lunedì sulla strada, alla stessa ora, cercando di individuare mezzi simili a quello ricercato, la cui targa non era stata immortalata da telecamere di videosorveglianza. Gli agenti hanno fermato un mezzo corrispondente, di un’azienda di Bergamo, appunto, e l’autotrasportatore alla guida ha riferito che venerdì era di turno un collega, per il trasporto di calce. Così si è risaliti a un 54enne italiano residente a Bergamo.

È scattata la denuncia per omicidio stradale e fuga: quest’ultima ipotesi potrebbe decadere poiché l’uomo non si sarebbe reso conto dell’investimento. Sul tir sono state trovate tracce biologiche riconducibili alla vittima.


© RIPRODUZIONE RISERVATA