Commozione per la famiglia Mecca Onorificenze, sul palco anche il Papu
Francesco Defendi, Francesca Mecca con i figli (Foto by Bedolis)

Commozione per la famiglia Mecca
Onorificenze, sul palco anche il Papu

Al teatro Sociale di Città alta consegnati i massimi riconoscimenti cittadini.

Momento di commozione al momento della premiazione dei soccorritori dell’incidente aereo di Orio in cui persero la vita il commercialista Stefano Mecca e la figlia quindicenne Marzia, sono saliti sul palco insieme a uno dei due soccorritori Francesco Defendi (Angelo Pessina era assente) anche la moglie di Stefano, Francesca Ongaro con i tre figli: Matteo, il più piccolo e Chiara e Silvia, sopravvissute alla tragedia.

Alla consegna della benemerenza al Papu Gomez si sono scatenati i flash dalla sala gremita e il sindaco Gori che ha improvvisato un passo della famosa «Papu dance». All’inizio della cerimonia, invece, un omaggio a Felice Gimondi con un breve spettacolo teatrale di Paolo Aresi sul campione bergamasco e la consegna di una targa alla figlia Norma.

Le altre medaglie d’oro sono state consegnate alla memoria dell’ex sindaco Roberto Bruni, all’associazione Africa Tremila, all’avvocato Cesare Zonca, al direttore del Consiglio superiore di Sanità Franco Locatelli. Dieci le benemerenze civiche assegnate quest’anno oltre a quella al capitano dell’Atalanta anche alla memoria del procuratore della Repubblica Walter Mapelli e del presidente della Fondazione Comunità bergamasca Carlo Vimercati. Leggi qui il discorso integrale del sindaco Giorgio Gori.


Leggi di più acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 24 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA