Corruzione, chiesti 4 anni per Moro Il Comune vuole 100 mila euro di danni

Corruzione, chiesti 4 anni per Moro
Il Comune vuole 100 mila euro di danni

Il pm Giancarlo Mancusi ha chiesto 4 anni di reclusione nei confronti dell’ex assessore del Comune di Bergamo Marcello Moro, imputato in un processo per corruzione, falso e abuso d’ufficio.

L’imprenditore Pierluca Locatelli ha dichiarato di aver pagato una tangente da 100 mila euro per sbloccare la transazione fra il Comune di Bergamo e la ditta Baldassini Tognozzi e quindi i lavori in Sant’Agostino, sui quali c’era un contenzioso. Proprio la testimonianza di Locatelli è al centro della richiesta di condanna da parte del pm. Secondo Mancusi Locatelli è credibile perché ha raccontato il fatto nel corso di un altro processo. Moro ha voluto rilasciare dichiarazioni spontanee. L’ex assessore sostiene di essere completamente estraneo alla vicenda. Il Comune di Bergamo ha chiesto 100 mila euro di danni. L’avvocato di Marcello Moro Nadia Germanà ha chiesto l’assoluzione per il suo assistito. Secondo il legale Locatelli aveva interesse a dire un nome abbinato a un fatto, «che sapeva non vero», piuttosto che dire quello reale perché questo gli avrebbe comportato maggiori problemi.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 16 novembre 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA