L’addio alla pensionata di Loreto Morta cadendo nel torrente a Lizzola

L’addio alla pensionata di Loreto
Morta cadendo nel torrente a Lizzola

Amava andare a Lizzola, e proprio nella località della Val Seriana dove aveva una seconda casa, ha perso la vita in un incidente. I funerali nel pomeriggio a Bergamo, nel quartiere di Loreto.

La Messa è stata celebrata dal parroco di Loreto don Mario Zanchi tra i parenti e gli amici della donna. All’ingresso della chiesa due vigili del fuoco per portare le condoglianze alla famiglia (il marito è un ex agente) e in chiesa rappresentanti dell’associazione Vigili del Fuoco.

Giuliamaria Paravisi, 71enne di Bergamo, in villeggiatura a Lizzola, ha perso la vita il 7 giugno scorso a seguito della caduta nel torrente Bondione. Secondo la ricostruzione dei carabinieri della compagnia di Clusone e dei soccorritori la signora, in pensione, stava buttando nel bosco sottostante casa, oltre la strada, dell’erba tagliata poco prima nel giardino. Per cause in via di accertamento è scivolata lungo la scarpata, precipitando nel sottostante letto del torrente.

Si presume che la donna, nel gettare i rifiuti vegetali, si sia sporta troppo perdendo l’equilibrio e sia finita nel precipizio con un volo di una trentina di metri, fermandosi sulle rocce sottostanti. Oltre al marito, lascia i figli Federica e Marco. I funerali lunedì 10 giugno dalle 15 nella chiesa parrocchiale di Loreto.

«Quando la morte arriva cosi improvvisamente più che di morte é bene parlare di una vita diversa, se no non riusciamo più a darci pace. Ma se parliamo di un volto diverso della vita questo ci può confortare. L’invito che ci ha fatto Dio nel Vangelo è “Venite a me voi che siete affaticati e oppressi” - ha detto don Zanchi -. Soltanto andando da lui troviamo un po’ quel conforto e voglia di andare avanti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA