Effetto dell’«ora solare», il buio non aiuta Tra le 17 alle 19 tre colpi al giorno

Effetto dell’«ora solare», il buio non aiuta
Tra le 17 alle 19 tre colpi al giorno

Li hanno già ribattezzati i «ladri dell’ora solare». Sono quei malviventi che approfittano del cambio dell’ora di fine ottobre e del conseguente anticipo del tramonto nelle settimane successive per mettere a segno dei furti nelle case di chi, in particolare tra le 17 e le 19, non è ancora rincasato perché al lavoro oppure ancora in giro per varie commissioni.

Le stesse magari che si portano a termine anche con l’ora legale, senza che si faccia caso al buio o alla luce. Invece i ladri specializzati in questo genere di furti al buio ci fanno caso eccome. Anzi, se lo proclamano complice, all’insaputa degli ignari padroni di casa, che naturalmente non modificano certo i loro orari lavorativi e le abitudini per rincasare prima perché fa buio.

E così se in città sono stati denunciati, da gennaio a fine settembre, già 126 furti nelle abitazioni private tra le 17 e le 19, ora si teme l’impennata – perché anche gli anni scorsi c’era stata – proprio per via del fatto che viene buio prima. Un bilancio si potrà fare soltanto in primavera, quando tornerà l’ora legale: si potrà capire se anche questi autunno e inverno avranno portato una crescita – in parte giudicata «fiosologica» da chi analizza questi fenomeni, simili un po’ in tutte le città delle dimensioni di Bergamo – a questi furti che hanno la particolarità dell’orario. Finora la media a livello provinciale parla – facendo riferimento alle denunce presentate a polizia di Stato e carabinieri – di tre colpi al giorno tra le 17 e le 19.


Approfondisci di più l’argomento con due pagine di analisi, acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 3 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA