Gallera, caso Lombardia non comparabile
A Bergamo 9.931 casi, (+63) - Video

Diminuisce ancora la crescita di casi in Lombardia e anche a Bergamo. Il video completo della conferenza stampa di Giulio Gallera, assessore al Wefare di Regione Lombardia.

Gallera, caso Lombardia non comparabile     A Bergamo 9.931 casi, (+63) - Video

Si riduce ancora il numero di ricoverati per Coronavirus in Lombardia, dove comunque sono morte 238 persone in un giorno: lo ha detto l’assessore al Welfare Giulio Gallera in diretta Facebook. Sono 53.414 i positivi in regione, 1.089 più di ieri. Di questi 11.719 sono ricoverati non in terapia intensiva (114 meno di ieri), 1257 in terapia intensiva (-48), mentre il numero dei decessi è arrivato a 9722, 238 in un solo giorno.

A Bergamo i casi registrati mercoledì 8 aprile sono stati 9.931 +63 rispetto a ieri.

«Il traguardo è molto vicino, vogliamo raggiungerlo a tutti i costi»: lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera. «Il risultato è vicino, non dobbiamo allentare l’attenzione adesso: dobbiamo veramente fare una Pasqua in casa», ha aggiunto.

Anche i Pronto soccorso hanno una pressione ridotta, come pure decresce il numero dei ricoverati e delle persone ricoverate in terapie intensive. L’assessore ha poi spiegato che e’ impossibile paragonare quanto successo in Lombardia rispetto a Veneto e Emilia-Romagna.

«Da noi - ha detto - è scoppiata una bomba atomica: il virus ha girato indisturbato per almeno 20 giorni e, per fortuna, nelle altre regioni questo non è avvenuto. L’Emilia-Romagna e’ stata lambita, la provincia di Piacenza è stata colpita in maniera massiccia. In Veneto c’e’ stata l’individuazione a Vo’ Euganeo, in un’area ristretta dove si è riusciti a soffocare il virus subito. Noi, invece, abbiamo subito un’onda d’urto tremenda».

I DATI - Ecco i dati dei contagi odierni e quelli dei giorni precedenti

- CASI POSIIVTI sono: 53.414 (+1089) ieri: 52.325 (+791) l’altro ieri: 51.534 (+1.079) e nei giorni precedenti: 50.455 (+1.337), 49.118 (+1.598), 47.520 (+1.455), 46.065 (+1.292), 44.773, 43.202 (+1.047), 42.161 (+1.154), 41.007 (+1592), 39.415 (+2.117), 37.298 (+2.409), 34.889 (+2.543), 32.346 (+1.643), 28.761 (+1.555), 27.206 (+1.691), 25.515 (+3.251), 22.264(+2.380),19.884, 17.713, 16.220, 14.649, 13.2729, 11.685,9.820, 8.725, 7.280, 5.791, 5.469, 4.189, 3.420, 2.612

- DECESSI: 9.722 (+238) ieri: 9.484 (+282), l’altro ieri: 9.202 (+297) e nei giorni precedenti: 8.905 (+249), 8.656 (+345), 8.311 (+351), 7.960 (+367), 7.593, 7.199 (+381), 6.818 (+458), 6.360 (+416), 5.944 (+542), 5.402 (+541), 4.861 (+387), 4.474 (+296), 3.776 (+320), 3.456 (+361), 3.095 (+546), 2.549 (+381), 2.168, 1.959, 1.640, 1.420, 1.218, 966, 890, 744, 617, 468, 333,267, 154

- I DIMESSI E IN ISOLAMENTO DOMICILIARE 15.147, di cui 649 con almeno un passaggio in ospedale

- IN TERAPIA INTENSIVA: 1.257 (-48) ieri: 1.305 (-38) l’altro ieri: 1.343 (+26) e nei giorni precedenti: 1.317 (-9), 1.326 (-55), 1.381 (+30), 1.351 (+9), 1342 (+18), 1.324 (-6), 1.330 (+2), 1.328 (+9), 1.319 (+27), 1.292 (+29), 1.263 (+27), 1.236 (+42), 1.183 (+41), 1.142 (+49), 1.093 (+43), 1.050(+44), 1.006, 924, 879, 823, 767, 732, 650, 605, 560, 466, 440, 399, 359

- I RICOVERATI NON IN TERAPIA INTENSIVA: 11.719 (-114), ieri: 11.833 (-81), l’altro ieri: 11.914 (-95) e nei giorni precedenti: 12.009 (+7), 12.002 (+200), 11.802 (+40), 11.762 (-165), 11.927 (+44), 11.883 (+68), 11.815 (+202), 11.613 (+461), 11.152 (+15), 11.137 (+456), 10.681 (+655), 10.026 (+315), 9.266 (-173), 9.439, (+1.181), 8.258 (+523), 7.735(+348), 7.387, 7.285, 6.953, 6.171, 5.550, 4.898, 4.435, 4.247, 3.852, 3319, 2.802, 2.217, 1.661.

La conferenza stampa integrale guardala qui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA