Gori: «Giù l’Imu a chi affitta ai giovani» Giacomo Stucchi ipotizza la sua giunta

Gori: «Giù l’Imu a chi affitta ai giovani»
Giacomo Stucchi ipotizza la sua giunta

Gori parla delle future politiche della casa, con al centro i giovani e chi è più in difficoltà. Intanto Giacomo Stucchi ha presentato la «sua Bergamo» su Bergamo Tv.

Giorgio Gori sarà su Bergamo Tv nella serata di mercoledì 22 maggio e nel frattempo si occupa del tema «casa», dalla riduzione dell’Imu per chi affitta casa ai giovani all’introduzione della figura del gestore di condominio. Dal potenziamento delle forme di sostegno economico alle famiglie in difficoltà a residenze per accogliere temporaneamente cittadini in caso di necessità assistenziale.

Il candidato del centrosinistra , immaginando una città per tutti e inclusiva, ha messo a punto «un grande progetto urbano». Per favorire l’accesso alla casa alle giovani generazioni e alle giovani famiglie con figli prevede «la realizzazione e il recupero di fabbricati localizzati nei quartieri con il più alto tasso di invecchiamento da destinare alla locazione a canoni contenuti». E ancora «l’inserimento in contesti abitativi condominiali (anche critici), anche in forma di co-housing, a costi ridotti (copertura delle spese condominiali e utenze), a fronte di una collaborazione con gli altri condòmini e il quartiere». E infine, «la riduzione o l’azzeramento dell’Imu ai proprietari di casa che affittano a giovani e giovani famiglie under 35».

Nel frattempo Giacomo Stucchi ha parlato su Bergamo Tv: «Saremo l’amministrazione del buon senso, senza cancellare ciò che di positivo è stato fatto, ma migliorando le tante situazioni per cui i cittadini di Bergamo sono scontenti» ha dichiarato il candidato sindaco di Bergamo del centrodestra nel faccia a faccia politico con Giorgio Bardaglio, su Bg Tv. Martedì 21 maggio ha presentato la sua visione di Bergamo con un’anticipazione sulla sua possibile futura giunta: «Non dico chi saranno i futuri assessori, perché valuterò il risultato di ogni singolo candidato - ha anticipato -. Però due figure le ho già in mente: quella di chi si occuperà dei servizi sociali e chi invece di sport. Su quest’ultimo posso dire che sarà uno che ha praticato sport, anche se non soltanto i campioni possono fare bene nell’amministrazione».


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 22 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA