I più «ricchi» della provincia di Bergamo? Ecco la mappa con i redditi in tutti i Comuni

I più «ricchi» della provincia di Bergamo?
Ecco la mappa con i redditi in tutti i Comuni

Per la prima volta il Comune dell’hinterland supera la soglia di 30 mila euro di reddito medio. La città sempre al quarto posto. Nelle zone «calde» quasi tutti paesi di montagna: ultimo Blello, poi Vedeseta.

Se finora la classifica dei Comuni più ricchi della provincia di Bergamo è tutt’altro che cambiata, chissà come sarà nei prossimi anni. Oggi è difficile dire quali saranno le conseguenze dell’emergenza coronavirus per le tasche dei cittadini. Scontato prevedere che ne risentiranno, così come ne risentiranno anche le aziende, chiamate a reagire (con estrema prudenza) a due mesi di blocco totale. Quella che l’Italia e tutto il mondo sta affrontando è una crisi senza precedenti: a differenza del passato questa recessione si sta concentrando in poche settimane, non in trimestri o anni. Con effetti difficili da prevedere sull’occupazione e sui redditi.

Gli ultimi dati pubblicati dal ministero delle finanze e relativi alle dichiarazioni 2019 (redditi 2018) dicono il reddito medio in tutta la provincia è 20.046 euro. E poi che la classifica dei Comuni bergamaschi più «ricchi» non è cambiata molto rispetto a un anno fa. Gorle è sempre al primo posto, anche se la sorpresa è la cifra complessiva del reddito medio, che per la prima volta da qualche anno ha superato i 30 mila euro. Per la precisione sono 30.196 contro i 29.476 di dodici mesi fa. Al secondo posto c’è sempre Mozzo con 29.622 euro di reddito medio. Al terzo posto Cenate Sotto con 28.120 euro. La città di Bergamo è in quarta posizione con 27.793 euro, poi vengono Grumello del Monte (25.393), Ranica (25.380), Ponteranica (24.914), Sarnico (24.800) e Treviolo (24.655).

Rovesciando la graduatoria, anche nella zona «calda» i nomi dei paesi non sono cambiati rispetto a un anno fa. I Comuni di montagna scontano gli stessi annosi problemi: le scarse opportunità costringono molti giovani a trasferirsi in zone più attrattive dal punto di vista lavorativo. Soprattutto in città e nell’hinterland. E così nei piccoli paesi l’età media continua ad alzarsi e i redditi sono costituiti in gran parte dalle pensioni. Blello è in ultima posizione con 13.405 euro di reddito medio. Salendo si trova Vedeseta con 13.598 euro, Cassiglio 14.586, Valtorta 14.881 euro, Fuipiano Valle Imagna 14.915, Ornica 14.975 e Locatello a 15.408 euro.

Esaminando il database pubblicato dal ministero delle Finanze emergono anche dati interessanti riguardo alle fasce di reddito. Si scopre, ad esempio, che nella città di Bergamo vivono 2.309 persone che dichiarano oltre i 120 mila euro di reddito annuo. In seconda posizione Treviglio con 286 mila euro e al terzo posto Mozzo con 143. L’aggiornamento sui percettori del bonus 80 euro dice che in provincia di Bergamo sono 253.944, in crescita rispetto ai 244 mila di un anno fa. Sono 23.416 in città, 6.505 a Treviglio e 6.129 a Seriate.

Anche spostando la lente sull’Italia non si notano molte differenze rispetto alla classifica di un anno fa. Basiglio, in provincia di Milano, è sempre al primo posto con 45.645 euro di reddito medio. Al secondo posto Lajatico, provincia di Pisa, con 45.080 euro e al terzo la sorpresa Tremezzina, sul lago di Como, con 45.033 euro. In provincia di Como anche il paese ultimo in graduatoria, Cavargna, con 5.800 euro medi dichiarati al fisco. Poi Val Rezzo, sempre a Como, con 6.633 euro medi.

Mappa e classifica del 2019

Mappa e classifica del 2018

Mappa e classifica del 2017

Mappa e classifica del 2016


i.invernizzi
Isaia Invernizzi

Giornalista professionista, lavora a L’Eco di Bergamo dal 2016. Redattore della cronaca cittadina dal marzo 2019 dopo tre anni in redazione web. Amante dei dati in tutte le loro forme.

© RIPRODUZIONE RISERVATA