Incidenti sulla strada per il lavoro In un anno 2.286, in aumento dell’1,35%
La «Lamborghini Huracan» della polizia di Stato: al centro il comandante provinciale della Stradale, Mirella Pontiggia (Foto by Colleoni)

Incidenti sulla strada per il lavoro
In un anno 2.286, in aumento dell’1,35%

I dati del 2018 forniti alla presentazione del progetto «Strade sicure, la sicurezza sul lavoro inizia alla guida», che ha visto ospiti nella galleria di Oriocenter la Direzione territoriale di Bergamo dell’Inail e la polizia stradale di Bergamo.

A Bergamo gli infortuni sul lavoro legati al rischio strada (infortuni in itinere con mezzo di trasporto e infortuni sul lavoro con mezzo di trasporto) nel 2018 sono stati 2.286, in aumento rispetto al 2014 (+7,5% in totale e +10,5% in itinere) e anche rispetto al 2017 (+0,1% in totale e +1,35% in itinere), e hanno provocato nove morti. Sono i dati emersi nella mattinata di venerdì 15 novembre alla presentazione del progetto «Strade sicure, la sicurezza sul lavoro inizia alla guida», che ha visto ospiti nella galleria di Oriocenter la Direzione territoriale di Bergamo dell’Inail e la polizia stradale di Bergamo. Presenti il comandante provinciale della Stradale, Mirella Pontiggia, il presidente nazionale Inail Franco Bettoni e il direttore provinciale Inail Virginio Villanova.

Il progetto si snoderà poi per tutto il primo trimestre 2020 con corsi gratuiti sulla sicurezza stradale e prevenzione degli incidenti organizzati al centro commerciale, mentre il 15 novembre è stata una giornata dedicata alla sicurezza stradale con stand dedicati alla guida sicura, ai rischi legati all’abuso di alcol e droghe, ma anche al corretto uso del seggiolino, anche a seguito della recente e controversa normativa.

Stand dei seggiolini antiabbandono

Stand dei seggiolini antiabbandono

In galleria sono inoltre presenti la «Lamborghini Huracan» della polizia di Stato, veicoli storici e attuali della Stradale, un simulatore di moto, un percorso di ebbrezza con occhiali «alcolvista» che simulano l’ubriachezza e un Infopoint dell’Inail. Nel parcheggio fronte all’Uci è invece possibile salire sul Pullman Azzurro della polizia di Stato: presente anche un circuito per la guida sicura dei motoveicoli a cura di istruttori abilitati «Fmi» (le foto sono di Yuri Colleoni).

Nel baule della Lamborghini anche un contenitore refrigerante per il trasporto degli organi

Nel baule della Lamborghini anche un contenitore refrigerante per il trasporto degli organi

I partecipanti alla presentazione dell’iniziativa «Strade sicure»

I partecipanti alla presentazione dell’iniziativa «Strade sicure»

Il pullman azzurro utilizzato dalla polizia per seguire il Giro d’Italia

Il pullman azzurro utilizzato dalla polizia per seguire il Giro d’Italia


© RIPRODUZIONE RISERVATA